Ford Mustang - Debutta la versione per la Nascar

4 Ruote - Ago 10,2018

Nel corso dei festeggiamenti per la produzione dell'esemplare numero 10.000.000 della Ford Mustang la Casa americana ha voluto fare un'altra sorpresa agli appassionati statunitensi. stata infatti presentata la Mustang Nascar Cup, che sarà impegnata in gara nel 2019.

Anteprima assoluta. Per la Pony Car a stelle e strisce si tratta di un'anteprima assoluta: mai prima d'ora aveva infatti partecipato alla classe regina della Nascar, limitandosi alle categorie inferiori e a una serie praticamente infinita di presenze nei più importanti campionati su strada e su pista a livello mondiale. La sportiva prenderà il posto della Fusion, utilizzata come base fin dal 2006, anche se tecnicamente le vetture sfruttano telaio e meccanica che non hanno ormai niente in comune con i prodotti di serie.

In pista alla Daytona 500 2019. Il debutto della vettura fa seguito all'annuncio ufficiale dell'aprile scorso. Il progetto è stato sviluppato dal reparto Ford Performance in collaborazione con il team di design della Casa americana, mantenendo così un forte legame estetico con il modello di serie. Il debutto in gara avverrà il prossimo febbraio nel corso di una delle gare simbolo della Nascar: la Daytona 500.

Categorie: 4 Ruote

Guida autonoma - Doug Field lascia la Tesla e torna alla Apple

4 Ruote - Ago 10,2018

La Apple ha recentemente confermato il rientro in azienda di Doug Field, ex Senior VP Engineer della Tesla. Sono però le indiscrezioni raccolte in rete dalla Reuters a rendere la notizia interessante per il mondo automotive. 

La coppia Field e Mansfeld per il Project Titan. Field ha infatti lasciato l'azienda della Mela nel 2013 per entrare a far parte del team della Tesla, dove ha lavorato anche sul progetto Model 3. Alla Apple potrebbe ora occuparsi del Project Titan dedicato alla guida autonoma, affiancando Bob Mansfield. I due avevano già lavorato insieme in passato su progetti hardware, per Mac e iPhone, e potrebbero ora contribuire a dare una svolta decisiva per uno dei più ambiziosi e controversi progetti della Apple.

Possibile accordo tra Apple e Volkswagen. Inizialmente nato nel 2014 per realizzare una vettura completa con un team di oltre 1.000 esperti, il Project Titan è stato più volte rimaneggiato fino a diventare un pacchetto hardware e software da proporre ai costruttori. Secondo le più recenti indiscrezioni la Apple potrebbe presto confermare un accordo con la Volkswagen per un progetto pilota sviluppato sulla base del veicolo commerciale T6.

Categorie: 4 Ruote

Infiniti - A Pebble Beach con una concept elettrica

4 Ruote - Ago 10,2018

La Infiniti ha diffuso il primo teaser della concept elettrica che sarà svelata al Concorso d'Eleganza di Pebble Beach. La vettura è stata disegnata dal team coordinato dal Karim Habib, coinvolgendo i designer delle sedi di Giappone, Inghilterra e Stati Uniti. Il tema della elettrificazione è al centro della proposta e anticipa l'introduzione di un modello a emissioni zero di serie nel 2021.

Una monoposto elettrica. Il teaser mostra l'abitacolo della monoposto visto dall'alto, affiancato da quella che sembra un'ulteriore porzione della carrozzeria con una presa d'aria integrata. Le linee sono tese e il piccolo volante rosso sottolinea l'anima sportiva insieme alle cinture a quattro punti. Il primo pensiero va alla Concept Prototype 9, svelata nel 2017 con un'impostazione ispirata alle monoposto storiche: la nuova proposta potrebbe evolvere in chiave moderna questo concetto e non è quindi un caso che sia apertamente citata nel comunicato ufficiale.

Categorie: 4 Ruote

Mercedes-Benz - Primo teaser per Pebble Beach

4 Ruote - Ago 10,2018

La Mercedes-Benz ha diramato un nuovo filmato che mostra Gorden Wagener, capo del centro stile della Stella, disegnare la silhouette del prototipo che debutterà al Concorso d'Eleganza di Pebble Beach. A giudicare dai tratti dello sketch, la concept che sarà svelata in California potrebbe essere un'evoluzione della Aesthetics Progressive Luxury, una scultura realizzata con le Frecce d'argento degli anni '30 come ispirazione.

Ispirazione rétro. rIl prototipo evolverà le forme dei modelli da competizione del passato, proponendo un cofano estremamente lungo e un abitacolo compatto, probabilmente con una configurazione monoposto, o al massimo con due posti. La vettura sarà particolarmente bassa e filante: disporrà di passaruota muscolosi e di dettagli di design estremi, come la pinna posteriore, proprio come visto sulle concept Maybach svelate durante la Monterey Car Week degli scorsi anni.

Categorie: 4 Ruote

New York - Stop alla crescita incontrollata dei servizi di ride-hailing

4 Ruote - Ago 10,2018

La città di New York si muove per prima negli Stati Uniti per regolamentare i servizi di ride-hailing come Uber e Lyft. Le nuove regole imporranno un numero limitato di licenze, ma anche una paga minima per i guidatori, prendendo così posizione in un settore dove fino a oggi si era agito in maniera molto libera.

Tassisti in difficoltà, traffico fuori controllo
. New York ha visto crescere in maniera esponenziale il traffico a causa delle vetture messe a disposizione degli utenti; contestualmente sono state molto forti le pressioni del sindacato New York Taxi Workers Alliance, che ha più volte protestato per il calo netto delle richieste e ha addirittura registrato sei suicidi tra i propri lavoratori.

In tre anni da 12.600 a 80.000 auto. Il sindaco Bill de Blasio ha confermato che la nuova legge bloccherà per 12 mesi il rilascio di nuove licenze, escluse quelle per vetture destinate al trasporto di disabili. Una scelta drastica, ma motivata dai numeri: secondo le statistiche del New York City Taxi and Limousine Commission nella città della Mela sono presenti 14.000 taxi tradizionali, mentre le auto destinate ai servizi di noleggio sono passate dalle 12.600 del 2015 alle 80.000 attuali.

Rincari e lunghe attese. Le critiche da parte dei diretti interessati non si sono fatte attendere: Uber, che proprio a New York ha da sempre ottenuto risultati record, ha criticato la scelta confermando che il proprio servizio è l'unica alternativa concreta ai problemi di mobilità della città. Attraverso una mail ad oltre cinque milioni di utenti Uber ha già comunicato che presto saranno previsti rincari dei servizi e attese più lunghe a causa delle nuove leggi.

Categorie: 4 Ruote

Amazon - Alexa debutterà sugli infotainment delle auto

4 Ruote - Ago 10,2018

Dopo aver lanciato sul mercato Alexa, un assistente vocale virtuale, Amazon ha deciso di ampliare la propria offerta permettendo agli sviluppatori di integrare l'intelligenza artificiale anche sugli infotainment delle automobili. L'azienda di Jeff Bezos ha infatti rilasciato l'Alexa Auto Software Development Kit che permetterà a tutte le aziende di sperimentare il funzionamento del sistema sviluppato dal colosso dell'e-commerce e di creare nuove soluzioni di connettività.

Alcune Case sono già al lavoro. Già in passato l'industria automobilistica aveva pensato di integrare le funzioni di Alexa a bordo delle auto: la Ford, per esempio, si era accordata con Amazon per proporre ai propri clienti alcune funzioni dell'assistente virtuale direttamente sull'infotainment Sync. Come l'Ovale Blu, anche altre aziende come la BMW, la Seat e la Toyota, oltre alla Anker e alla Garmin, hanno già iniziato da tempo a sviluppare un sistema d'integrazione di Alexa sui sistemi multimediali.

In auto come a casa. Il kit per gli sviluppatori, disponibile su GitHub, comprende tutte le funzioni principali di Alexa e alcune caratteristiche specifiche per le auto. Tramite il sistema di Amazon sarà infatti possibile gestire alcune funzioni della vettura tramite la propria voce, controllare anche la propria smart home, eseguire ricerche online, sfruttare le mappe di navigazione ed effettuare chiamate con il proprio smartphone. Tutto senza dover mai distaccare le proprie mani dal volante.

Categorie: 4 Ruote

Geely - Pronti 1,5 miliardi di sterline per Lotus

4 Ruote - Ago 09,2018

Dopo l'acquisizione della Lotus la Geely sta valutando una strategia d'investimento per concretizzare i piani già presentati nel gennaio scorso dall'ex Ceo Gales. Secondo alcune indiscrezioni raccolte da Autonews.com, il colosso cinese, già proprietario della Volvo, potrebbe mettere a disposizione 1,5 miliardi di sterline (circa 1,67 miliardi di euro al cambio attuale) per trasformare la Lotus e moltiplicarne la capacità produttiva. La Lotus è riuscita a chiudere il 2017 in attivo dopo anni di difficoltà, aumentando le vendite del 10%.

3.000 sportive e 10.000 Suv all'anno. Nei piani della Casa inglese ci sono un inedita Suv e il rinnovamento delle proprie sportive, con particolare riferimento all'erede della Elise e al possibile ritorno della Esprit, per tornare a competere con i grandi nomi dell'automobilismo sportivo. L'obiettivo è quello di passare dalle 1.600 unità annue attuali fino a circa 3.000, con la possibilità di aprire un secondo sito produttivo in Inghilterra e un nuovo centro dedicato allo sviluppo tecnico e al design a Coventry, insieme all'assunzione di nuovo personale. La Suv dovrebbe, invece, poter garantire circa 10.000 esemplari all'anno, ma la sua competitività sul mercato potrebbe imporre la scelta di spostare la produzione in Cina, favorendo così il mercato locale.

 

Categorie: 4 Ruote

Skoda Fabia - Con il restyling dà l'addio ai diesel

4 Ruote - Ago 09,2018

La Skoda ha diffuso le informazioni relative alla commercializzazione in Italia del facelift della Fabia. Il restyling, presentato al Salone di Ginevra nel marzo scorso, ha introdotto un nuovo design del frontale e della coda, mentre all'interno si segnala l'arrivo della strumentazione ridisegnata e del nuovo infotainment Skoda Connect con display da 6,5 pollici, oltre a finiture riviste. La Fabia è già ordinabile e sarà in consegna da settembre a partire da 14.370 euro.

Addio ai motori diesel, resta solo il 1.0 benzina. Una delle novità più importanti è però quella relativa alla gamma dei propulsori: la Fabia dice infatti addio ai motori a gasolio e mantiene a listino soltanto i benzina tre cilindri da un litro nelle varianti MPI aspirata da 75 CV e TSI sovralimentata da 95 e 110 CV, con l'automatico Dsg disponibile solo su quest'ultimo. In un secondo tempo sarà offerto alla base della gamma anche il 1.0 MPI aspirato da 60 CV.

Tutte le versioni della Fabia. Gli allestimenti per il mercato italiano sono denominati Business, Design Edition, Twin Color e Twin Color Monte Carlo sulla versione cinque porte e Business, Design Edition e Scoutline sulla Fabia Wagon. La versione Business offre di serie i vetri elettrici anteriori, i cerchi di acciaio da 15", i fendinebbia, il sedile lato guida regolabile in altezza, il sistema di frenata anticollisione multipla, il Cruise Control, il volante multifunzione di pelle, il climatizzatore manuale e l'impianto audio con bluetooth, presa USB, lettore SD-Card e display da 6,5 pollici. La versione Design Edition aggiunge i cerchi di lega da 16", i sensori di parcheggio posteriori, il divano frazionabile, l'ombrello sotto al sedile del passeggero, i vani portaoggetti aggiuntivi e il Front Assistant. La Twin Color aggiunge la verniciatura bicolore, l'impianto audio Swing Plus con Skoda Surround e Smartlink+, i vetri posteriori oscurati, i fari posteriori Led, la retrocamera e i sensori luci e pioggia. La Twin Color Monte Carlo propone invece una serie di dettagli esterni neri, i sedili di stoffa e pelle di colore rosso e nero, il volante con cuciture rosse, l'assetto sportivo ribassato e i fari anteriori Bi-Led. Per la sola versione Wagon è disponibile infine la Scoutline che propone cerchi di lega da 17", calotte specchietti e barre sul tetto color argento e gli inserti protettivi argento nei paraurti, oltre alle dotazioni più ricche comuni alle altre varianti.

Gli accessori a richiesta.  stata rinnovata anche la gamma degli accessori a richiesta. Oltre ai cerchi di lega da 18" troviamo infatti l'Adaptive Cruise Control, il sistema Keyless, il controllo remoto dell'infotainment, i servizi Care Connect, il Blind Spot Detect con Rear Traffic Alert Low e l'infotainment Amundsen con navigatore satellitare.

Listino prezzi Skoda Fabia cinque porte

1.0 MPI 75 CV 5 porte Business: 14.370 euro
1.0 MPI 75 CV 5 porte Design Edition: 14.720 euro
1.0 MPI 75 CV 5 porte Twin Color: 15.220 euro
1.0 MPI 75 CV 5 porte Twin Color Monte Carlo: 16.420 euro
1.0 TSI 95 CV 5 porte Business: 15.370 eueo
1.0 TSI 95 CV 5 porte Design Edition 15.720 euro
1.0 TSI 95 CV 5 porte Twin Color 16.220 euro
1.0 TSI 95 CV 5 porte Twin Color Monte Carlo 17.420 euro
1.0 TSI 110 CV 5 porte Twin Color 17.020 euro
1.0 TSI 110 CV 5 porte Twin Color Monte Carlo 18.220 euro
1.0 TSI 110 CV 5 porte Twin Color DSG 18.520 euro
1.0 TSI 110 CV 5 porte Twin Color Monte Carlo DSG 19.720 euro


Skoda Fabia Wagon

1.0 MPI 75 CV Wagon Business 15.170 euro
1.0 MPI 75 CV Wagon Design Edition 15.520 euro
1.0 MPI 75 CV Wagon Scoutline 17.220 euro
1.0 TSI 95 CV Wagon Business 16.170 euro
1.0 TSI 95 CV Wagon Design Edition 16.520 euro
1.0 TSI 95 CV Wagon Scoutline 18.220 euro
1.0 TSI 110 CV Wagon Design Edition 17.320 euro
1.0 TSI 110 CV Wagon Scoutline 18.320 euro
1.0 TSI 110 CV Wagon Design Edition DSG 19.020 euro
1.0 TSI 110 CV Wagon Scoutline DSG 20.520 euro

Categorie: 4 Ruote

Brabus 125R - Una fortwo speciale in edizione limitata

4 Ruote - Ago 09,2018

La Brabus ha presentato un'inedita variante della Smart fortwo denominata 125R. Ispirata alla versione da competizione che la Brabus
ha realizzato nel 2017 per i quindici anni di carriera del modello, la piccola biposto sarà costruita in 125 esemplari con carrozzeria cabrio, proposti in Germania a partire da 39.900 euro.

125 CV dal tre cilindri turbo. Il propulsore è la versione elaborata del tre cilindri turbo di serie, capace di erogare 125 CV e 200 Nm per una velocità massima autolimitata di 175 km/h e dotato di scarico sportivo con valvole attive e tripla uscita centrale. La trasmissione è quella automatica di serie e i 100 km/h da fermo vengono raggiunti in 9,2 secondi. Per gestire al meglio la potenza la fortwo viene dotata di speciali pneumatici Yokohama da 16 e 17 pollici e di un nuovo assetto sportivo ribassato.

Tinte e materiali esclusivi. La Brabus 125R è riconoscibile per le badge personalizzate e per le verniciature esclusive: i clienti potranno scegliere tra il nero lucido con accenti rossi e il titanio opaco con accenti nero lucido, mentre il kit aerodinamico è di serie. In ambedue i casi gli interni di pelle sono di colore nero e propongono cuciture diamantate e finiture esclusive in colore rosso. Di serie sono previsti anche dettagli  di carbonio, pedaliera sportiva di alluminio e volante e pomello cambio personalizzati, oltre ai loghi Brabus e 125R ricamati sui sedili.

Categorie: 4 Ruote

Volkswagen T-Cross - Nuovi dettagli di bagagliaio e abitacolo - VIDEO

4 Ruote - Ago 09,2018

La Volkswagen ha diffuso nuovi dettagli della T-Cross, la baby Suv che dovrebbe debuttare sul mercato nel 2019. In attesa di svelare il design definito e la gamma dei propulsori, la Casa tedesca ha rilasciato alcune informazioni relative allo spazio e all'abitabilità.

Divano scorrevole e fino a 455 litri per i bagagli. L'attenzione è rivolta in particolare al vano bagagli: la T-Cross sfrutta infatti la piattaforma modulare Mqb nella variante A0 già proposta sulla nuova Polo e sulle Seat Arona e Ibiza. Il passo lungo offre il massimo confort per i passeggeri in relazione alle dimensioni, mentre il bagagliaio ha una capacità variabile tra 385 e 455 litri grazie alla presenza del divano scorrevole. Quest'ultimo è anche frazionabile (60:40) e può essere completamente ripiegato, così ottenere un volume massimo di 1.281 litri. Il sedile anteriore destro, infine, adotta lo schienale ribaltabile in avanti per il trasporto di oggetti particolarmente lunghi. 

Seduta alta. Per dimostrare la praticità e lo spazio del nuovo modello, la Volkswagen ha ingaggiato anche due campioni di Hokey per realizzare un video e dimostrare le reali capacità della T-Cross: le attrezzature degli atleti e la loro stazza mostrano chiaramente la capienza della vettura. La Casa tedesca per l'occasione ha voluto diffondere anche un dato significativo sull'impostazione generale della vettura, tipica delle Suv: la seduta anteriore si trova a 597 mm da terra, mentre quella posteriore sale fino a 652 mm per favorire la visibilità. 

Categorie: 4 Ruote

Ford Mustang - Raggiunti i 10.000.000 di esemplari

4 Ruote - Ago 09,2018

A 54 anni dal lancio della prima generazione, dalle linee di montaggio della fabbrica Ford di Flat Rock è uscita la Mustang numero 10 milioni. L'iconica muscle car ha così raggiunto un traguardo epocale, festeggiando con un evento dedicato che ha portato decine di esemplari del passato a celebrare il traguardo appena raggiunto ricreando la cifra in un piazzale dello stabilimento del Michigan storicamente legato alla sportiva americana.

54 anni di carriera. Il diecimilionesimo esemplare è una Mustang GT Convertible con carrozzeria color Wimbledon White che, esattamente come il primo esemplare prodotto nel 1964, monta un motore V8 con cambio manuale. In 54 anni di evoluzione, la muscle car è passata dai 164 CV originali agli odierni 450, incrementando anche il numero di marce del suo cambio: inizialmente la trasmissione automatica disponeva di 3 rapporti mentre sul nuovo modello sono 10.

Categorie: 4 Ruote

Ferrari - Il 17 settembre sarà svelata una nuova serie speciale

4 Ruote - Ago 09,2018

La Ferrari potrebbe presto presentare un nuovo modello a tiratura limitata. Circola infatti in rete un'immagine, ripresa da un invito privato, che annuncia per il 17 settembre il debutto di una vettura inedita, anche se la Casa di Maranello non ha per il momento confermato ufficialmente la notizia. Nell'unica fotografia disponibile si scorge il profilo di quella che sembra un barchetta con un parabrezza di dimensioni ridotte, pur in assenza di elementi concreti per definire con precisione la natura della vettura. Ulteriori indiscrezioni citano la sigla 812 Monza come denominazione, che potrebbe far pensare alla meccanica V12 della Superfast e a una sorta di riedizione della 550 Barchetta. 

Una serie speciale in occasione dei piani industriali. L'annuncio confermerebbe le indiscrezioni raccolte da Quattroruote nei giorni scorsi: la Ferrari vorrebbe infatti svelare un nuovo modello la sera prima della presentazione dei piani industriali, prevista per il 18 settembre guidata dal nuovo ad Camilleri, nominato dopo la scomparsa di Marchionne. Considerando l'attuale gamma del Cavallino è logico quindi immaginare che non si tratti di un prodotto di serie, ma di un allestimento speciale dedicato ai collezionisti, derivato da una vettura già esistente.

Categorie: 4 Ruote

Audi - Svizzera, stop alle immatricolazioni di A6 e A7

4 Ruote - Ago 09,2018

L'Ustra, l'Ufficio federale delle strade svizzere, ha vietato l'immatricolazione delle Audi A6 e A7 di precedente generazione con motore 3.0 TDI. A partire dal 10 agosto, il provvedimento temporaneo inibirà la vendita di tutte le vetture nuove e dei modelli importati appartenenti alla serie C7, ovvero quelli prodotti tra il 2011 e il 2018: non saranno invece coinvolte le versioni C8, introdotte da pochi mesi sul mercato, e i modelli già immatricolati, che potranno essere venduti e continuare a circolare.

Su strada solo quando saranno aggiornate. La sospensione delle immatricolazioni riguarda unicamente gli esemplari dotati dei motori a gasolio da 3.0 litri sui quali è stata riscontrata la presenza di un dispositivo illegale per il controllo del sistema di trattamento dei gas di scarico. Tutti i veicoli coinvolti potranno essere immatricolati solo quando saranno aggiornati e rimessi a norma.

 

Categorie: 4 Ruote

Salaff C2 - A Pebble Beach con meccanica Lamborghini

4 Ruote - Ago 09,2018

L'edizione 2018 del Concorso d'Eleganza di Pebble Beach accoglierà il debutto della Salaff C2, realizzata dalla Salaff Design e destinata alla produzione in serie limitata su commissione. La vettura è il frutto del lavoro di Carlos Salaff, designer che in passato ha lavorato per il Mazda Design Studio negli Stati Uniti contribuendo alla definizione di modelli come la Mazda3, la MX-5 e le concept Nagare e Furai. La Salaff Design nasce nel 2013 e ha fino a oggi realizzato tre progetti denominati C1, C2 e C3: la C2 è la prima a essere mostrata al pubblico.

Meccanica del Toro. La Salaff C2 nasce per offrire una esperienza di guida "analogica": per questo è stata scelta la base tecnica della Lamborghini Gallardo, rispetto a modelli più recenti. Sono previsti kit di elaborazione per il propulsore V10, per l'assetto e un pacchetto di aggiornamento per trasformare le vetture automatiche in versioni manuali a trazione posteriore. La carrozzeria, realizzabile di carbonio o d'alluminio battuto a mano, offre linee tese e attuali ma si ispira nelle proporzioni ai grandi classici del passato, come la Porsche 917, la Ferrari 330 P4 e la Peugeot 905. Gli interni, ancora non svelati, adottano rivestimenti di pelle, finiture d'alluminio e carbonio oltre a  comandi analogici.

Categorie: 4 Ruote

Effetto dazi - La Cina impone tariffe doganali sulle auto Usa

4 Ruote - Ago 09,2018

Nuova escalation nella guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti. Pechino ha infatti imposto tariffe doganali sui prodotti statunitensi per un valore di 16 miliardi di dollari. Tra i beni colpiti dai dazi figurano le automobili, le moto, il petrolio, il carbone e i rottami ferrosi importati dagli Stati Uniti. 

L'escalation delle ritorsioni. Cina e Stati Uniti stanno ormai conducendo una battaglia commerciale senza esclusione di colpi fatta di ritorsioni e controritorsioni. L'ultima iniziativa cinese segue infatti la decisione statunitense d'imporre, dal 23 agosto prossimo, dazi del 25% su beni cinesi per 16 miliardi di dollari oltre alle tariffe doganali già in vigore su ulteriori merci e servizi per un valore di 34 miliardi. Si arriva così a un totale di 50 miliardi di esportazioni cinesi già colpite. Una cifra che sembra destinata a salire se Pechino e Washington non chiudono una volta per tutte una contesa che sta avendo ripercussioni a livello globale come dimostrato, per esempio, dalla continua debolezza dei mercati finanziari.

Nuove minacce. La Casa Bianca sta valutando ulteriori dazi per 200 miliardi, ma il presidente Donald Trump è arrivato a minacciare l'imposizione di barriere tariffarie su tutte le importazioni cinesi negli Stati Uniti. In tal caso si parla di un valore di ben 500 miliardi di dollari di scambi commerciali. Da parte sua Pechino non sembra voler rimanere con le mani in mano visto che le autorità locali hanno a loro volta minacciato l'intenzione di rispondere a qualsiasi nuova imposizione d'Oltreoceano con iniziative di pari importo e valore. E ora è arriva la conferma.

Categorie: 4 Ruote

Ford - Solo cinque piattaforme modulari per tagliare i costi

4 Ruote - Ago 09,2018

Durante un incontro con gli analisti la Ford ha annunciato l'intenzione di ridurre ulteriormente il numero di piattaforme modulari per tagliare ulteriormente i costi. Dopo aver rivoluzionato la propria strategia con il piano "One Ford" che ha permesso di scendere da 30 a nove piattaforme negli anni passati, sotto la gestione Mullay e Fields, la Casa americana si prepara infatti a scendere ancora fino a cinque elementi modulari.

Una riservata alle elettriche. A confermarlo è il responsabile dello sviluppo e degli acquisti dell'Ovale blu, Hau Thai-Tang. Nei prossimi cinque anni la Ford vuole tagliare oltre 25 miliardi di dollari di costi, un traguardo molto ambizioso che passa necessariamente per la condivisione di elementi e risorse e che permetterà di ridurre anche i tempi di sviluppo per aggiornare la gamma di prodotti e seguire le tendenze dei mercati. In futuro sono previste una piattaforma dedicata ai modelli elettrici, una per i veicoli commerciali, una per i truck con telaio a longheroni, una per le auto con trazione anteriore o integrale e una per quelle a trazione posteriore. 

Categorie: 4 Ruote

Giappone - Emissioni, test irregolari per Mazda e Suzuki

4 Ruote - Ago 09,2018

La Mazda e la Suzuki hanno segnalato al ministero dei Trasporti giapponese di aver riscontrato alcune irregolarità durante lo svolgimento dei propri test interni sui consumi di carburante e sulle emissioni di alcune automobili. La manipolazione dei dati, secondo quanto riportato dal Nikkei, riguarderebbe i collaudi effettuati a campione unicamente sulle vetture commercializzate in Giappone e coinvolgerebbe anche un numero esiguo di veicoli (solo sette) prodotti dalla Yamaha.

Ultimo episodio di una lunga serie. Al termine delle indagini interne condotte a seguito dello scandalo Mitsubishi, con relative multe milionarie, e imposte dal ministero dei Trasporti dopo le irregolarità riscontrate nei test della Nissan e della Subaru, le Case nipponiche hanno scoperto di aver effettuato dei collaudi impropri su alcune vetture. Per il momento, tuttavia, la Mazda e la Suzuki hanno solo confermato di aver presentato alle autorità dei rapporti riguardanti l'irregolare svolgimento dei test, senza fornire informazioni ulteriori. Questo episodio è solo l'ultimo di una lunga serie: negli scorsi mesi l'industria automobilistica giapponese è stata al centro di una crescente ondata di irregolarità e falsificazioni che, oltre alle Case automobilistiche, ha coinvolto anche fornitori, come la Kobe Steel, la Toray e la Mitsubishi Materials.

Collaudi non conformi. I test irregolari sarebbero stati effettuati su alcuni esemplari selezionati durante i processi di controllo qualità in condizioni di collaudo non conformi alle imposizioni legislative. La Mazda avrebbe rilevato incongruenze su 72 automobili delle 1.875 testate dal 2014 a oggi, mentre per la Suzuki la situazione è ben più grave: quasi la metà (6.401 unità) delle 12.819 vetture collaudate dal 2014 presenterebbe infatti delle certificazioni errate.

Problemi solo nel ciclo JC08. In una nota rilasciata dalla Mazda, la Casa spiega come gli errori rilevati non abbiano alcun effetto sulle emissioni e sull'efficienza di marcia delle proprie vetture. I problemi si sarebbero riscontrati unicamente nei test del ciclo JC08 e sarebbero stati causati dall'errata impostazione dei sistemi di misura, non programmati per invalidare automaticamente i risultati nel caso si verifichi un errore di tracciabilità della velocità, lasciando la determinazione delle incongruenze direttamente ai singoli ispettori. Per evitare che i problemi possano presentarsi nuovamente, l'azienda di Hiroshima ha aggiornato i sistemi di collaudo e ha aumentato il numero di tecnici addetti all'ispezione dei dati.

Categorie: 4 Ruote

Guida autonoma - Francia, entro la fine del 2018 le prime leggi

4 Ruote - Ago 09,2018

La Francia spinge l'acceleratore sulla sperimentazione della guida autonoma sulle proprie strade investendo in questo ambito e annunciando entro la fine del 2018 provvedimenti normativi ad hoc. Nei prossimi mesi, infatti, saranno emanate le prime leggi che permetteranno di aprire la circolazione ai veicoli con sistemi di assistenza di livello 3 e 4. Questo darà il via ai progetti dei Robotaxi totalmente autonomi, come quelli che Nayva sta già utilizzando nelle strade private de La Defense, a Parigi. 

Strategia nazionale. Il presidente Emmanuel Macron ha incaricato nel 2017 Anne-Marie Idrac, già membro del consiglio di amministrazione della Air France-KLM e di altre aziende chiave francesi, di stendere un piano strategico nazionale dedicato alla mobilità autonoma, con l'obiettivo di ottenere i primi risultati già tra il 2020 ed il 2022.

Leggi e infrastrutture per la guida autonoma. Il percorso è quello già noto e inseguito da molte Case costruttrici: dar vita alle condizioni necessarie per sviluppare la guida autonoma attraverso leggi adeguate, infrastrutture aggiornate, nuovi livelli di sicurezza di trasmissione dei dati e permessi speciali per proseguire la sperimentazione sulle strade pubbliche. Fino a oggi il governo francese ha già stanziato oltre 40 milioni di euro, portando avanti dal 2014 oltre 50 progetti pilota.

 

 

Categorie: 4 Ruote

Formula 1 - La Force India salvata da una cordata di imprenditori

4 Ruote - Ago 09,2018

La Force India è salva: la squadra anglo-indiana, che da qualche settimana era stato posta in amministrazione controllata, è stata acquistata da una cordata di imprenditori con a capo il businessman canadese Lawrance Stroll.

Gli ultimi mesi come le montagne russe. I guai finanziari di Vijay Mallya con lo stato indiano hanno lentamente avuto ripercussioni anche sul suo team di Formula 1, che era ormai entrato in una profonda crisi finanziaria. In questi ultimi mesi, sono state intavolate diverse trattative tra Mallya e potenziali acquirenti, eppure laccordo tra le parti finiva sempre per saltare. La situazione è andata in stallo, a tal punto che per sbloccarla sono dovuti intervenire i due principali creditori del team: la Mercedes (che fornisce i motori) e il pilota messicano, Sergio Perez. Lazione legale di queste due parti ha portato il team a entrare in amministrazione controllata: una mossa ben ponderata che avrebbe portato a salvaguardare il futuro degli oltre quattrocento dipendenti del team.

I nuovi proprietari. La cordata dimprenditori che si farà carico della squadra sembra essere guidata da Lawrance Stroll, papà di Lance, attualmente pilota della Williams. Insieme al capitalista canadese figurano anche i nomi di Jonathan Dudman, Andre Desmarais, John Idol, John McCaw Jr., Michael de Picciotto e il suo socio Sils Chou. A confermare ufficialmente il passaggio di proprietà della Force India è stato Otmar Szafnauer, ceo della squadra anglo-indiana: "Il futuro del team Force India in F.1 è garantito. Sono lieto che abbiamo il supporto di un consorzio di investitori che credono in noi".

Gli scogli da superare. Tra le pressioni degli sponsor e la nuova proprietà, è chiaro che la Force India prospetta un cambio di nome per linizio della stagione 2019. Tuttavia, per cambiare nome e mantenere ugualmente i bonus economici erogati da Liberty Media alle squadre, serve il nullaosta unanime delle altre squadre che, ovviamente, non cè stato. A opporsi sono state principalmente Renault, McLaren e Williams. Il team potrebbe così rinunciare a un introito di circa 10-15 milioni di euro già per il primo anno. Appare improbabile un dietrofront delle squadre, al grido di business is business. Cè da comprendere la situazione delle altre squadre, specie quelle in difficoltà come la Williams, a corto di competitività, dal 2019 senza il title sponsor Martini e dal prossimo anno senza il supporto economico garantito da Lance Stroll per disputare la stagione.

Si guarda avanti. Una volta saldati i debiti, i fornitori della Force India riprenderanno a pieno regime le loro attività al rientro della pausa estiva. Come ha spiegato lo stesso Szafnauer, l'obiettivo è avere degli aggiornamenti entro la fine del mese: "Alcune parti nuove erano state sospese e al momento non sappiamo quando potranno riprendere l'attività, a causa della pausa estiva. Noi vorremmo avere tutto per il Belgio, ma se non sarà possibile proveremo ad averle per Monza. Questo è comunque un momento cruciale: i finanziamenti che arriveranno ci consentiranno di poter lavorare sia sulla vettura di quest'anno che sul progetto 2019".

Categorie: 4 Ruote

Ford - Fabbriche più sicure con il nuovo Eksovest

4 Ruote - Ago 08,2018

La Ford investe sulla sicurezza nelle fabbriche allargando l'utilizzo di sistemi di supporto per gli operai sulle linee produttive.  stata infatti sviluppata la tecnologia degli esoscheletri, che permettono di ridurre lo sforzo durante le operazioni ed il rischio di incidenti: il nuovo sistema per la parte superiore del corpo, denominato EksoVest, sarà adottato in 15 stabilimenti in tutto il mondo dopo un periodo di test nelle fabbriche di Wayne e Flat Rock.

Un aiuto per lavorare sotto alle auto sulla linea di produzione. Il sistema, sviluppato in collaborazione con la Ekso Bionics, consente di ridurre lo sforzo nei movimenti ripetuti e più gravosi. In particolare la nuova struttura consente di migliorare il lavoro verso l'alto quando le vetture sono sollevate da terra e permette di offrire una assistenza pari a quasi 7 kg per ogni braccio per sostenere le attrezzature necessarie all'assemblaggio. La struttura dell'Eksovest si può adattare alla taglia dell'operatore ed è costruita per essere il più leggera possibile.

Categorie: 4 Ruote