Samsung - 22 miliardi di dollari per il settore auto

4 Ruote - Ago 08,2018

La Samsung ha annunciato di aver stanziato investimenti per un totale di 22 miliardi di dollari (19 miliardi di euro) per sviluppare nuove tecnologie destinate anche al mondo delle automobili nei prossimi tre anni. Parte dell'investimento servirà per incrementare il numero di esperti attivi nei centri di ricerca sull'intelligenza artificiale, attualmente presenti negli Stati Uniti, in Canada, in Russia e nel Regno Unito, oltre che in Corea.

Spazio anche alle componenti e alla connettività. In aggiunta agli algoritmi AI, i fondi saranno destinati allo sviluppo di soluzioni di connettività 5G e per la creazione di non meglio specificate (per il momento) componenti elettroniche per automobili, oltre che per altri campi, come gli studi sui biofarmaci. Secondo l'azienda coreana, infatti, la trasformazione del settore automobilistico sarà guidata dalle tecnologie di intelligenza artificiale che si appoggeranno ai sistemi di telecomunicazione 5G. Gli investimenti annunciati fanno parte di un più ampio piano da 161 miliardi di dollari (138,8 miliardi di euro), la maggior parte dei quali verrà impiegato direttamente in Corea.

Categorie: 4 Ruote

Porsche Cayman - La GT4 Clubsport è pronta per i rally

4 Ruote - Ago 08,2018

La Porsche ha diffuso su Twitter alcune immagini di un prototipo realizzato sulla base della Cayman GT4 Clubsport. La vettura debutterà al Rally Deutschland del prossimo 16 agosto e il feedback che deriverà da questa esperienza consentirà alla Casa di valutare l'eventuale realizzazione di un prodotto destinato ai team clienti. Alcune indiscrezioni sul web suggeriscono che il prototipo sia nato grazie alla collaborazione con Romain Dumas e il suo team, ma non esistono per ora conferme ufficiali.

Dalla pista ai rally. La Cayman GT4 Clubsport è la versione da competizione, derivata dalla GT4 stradale, nata per l'impiego in pista. Le immagini non sono state accompagnate dai dati tecnici, ma si notano gli adattamenti necessari all'uso nei rally: i fari di profondità, la presa d'aria sul tetto, le protezioni inferiori della scocca e l'assetto modificato con pneumatici dedicati la rendono subito diversa dalla gemella nata per i cordoli. Quest'ultima adotta lo stesso sei cilindri 3.8 aspirato da 385 CV della GT4, ma abbandona il cambio manuale a favore di quello automatico PDK: sulla vettura da rally potrebbe essere stata scelta la medesima soluzione, con la probabile aggiunta di un freno a mano idraulico.

Un possibile sviluppo per la nuova generazione. La Cayman è ormai giunta alla fine della propria carriera: la GT4 è già uscita dai listini e le foto spia della sua erede, derivata dalla serie 718, si susseguono da mesi. Non è un caso, quindi, che la Porsche parli di un eventuale sviluppo della nuova vettura da rally nei prossimi mesi: la versione definitiva potrebbe derivare proprio dalla nuova generazione, piuttosto che sfruttare la base del modello uscente.

Categorie: 4 Ruote

Grand Basel - Realizzato il progetto di auto di Gio Ponti

4 Ruote - Ago 08,2018

Grand Basel, evento dedicato alle automobili più esclusive del passato, del presente e del futuro, che si terrà a Basilea, in Svizzera, dal 6 al 9 settembre (per poi proseguire, nel 2019, a Miami Beach e Hong Kong), terrà a battesimo un progetto di grande valore culturale che coinvolge anche la nostra Casa editrice. Un team di designer guidato da Roberto Giolito, direttore della FCA Heritage, ha infatti realizzato la vettura ideata nel 1953 dal celebre architetto Gio Ponti basandosi sui suoi disegni originali.

Il progetto. Ponti, scomparso nel 1979, oltre ad aver dato vita a edifici conosciuti in tutto il mondo come il grattacielo Pirelli di Milano e a oggetti di culto del design come la sedia Superleggera, è stato, nel 1928, co-fondatore della rivista Domus, compito nel quale venne presto affiancato da Gianni Mazzocchi, ideatore nel 1956 di Quattroruote. Larchitetto non era insensibile al mondo dellauto, tanto da disegnare, nel 1953, Linea Diamante, unipotesi di vettura concepita in collaborazione con il collega Alberto Rosselli e mai portata a compimento perché troppo avveniristica per la sua epoca. Punto di partenza del progetto, che si sarebbe avvalso della meccanica di unAlfa Romeo 1900, era una sagoma aerodinamica a forma di lacrima, presto trasformata con ladozione di un linguaggio formale più spigoloso. Era, la sua, una sorta di reazione allo stile delle auto di quel periodo, giudicate eccessivamente gonfie rispetto alle dimensioni limitate delle loro superfici vetrate; Ponti preferì ipotizzare pannelli e finestrini piatti, che rendevano labitacolo più luminoso. Paraurti di gomma installati lungo tutto il perimetro della vettura, concepiti con la collaborazione della Pirelli (oggi sponsor tecnico delliniziativa), ne avrebbero aumentato la sicurezza. Sviluppato inizialmente in partnership con la carrozzeria milanese Touring, il progetto venne poi proposto alla Fiat, che non lo accolse; e, fino ai giorni nostri, non si è mai andati oltre la realizzazione di modelli in scala 1:10.

65 anni dopo. In settembre, invece, Linea Diamante sarà per la prima volta presentata nella sua interezza grazie al progetto The Automobile by Ponti, avviato nel 2017 sotto legida del professor Paolo Tumminelli, presidente del consiglio di amministrazione di Gran Basel, per il quale The Automobile by Ponti rappresenta perfettamente lindissolubile connubio che lega le auto con il design, larchitettura e larte. Il progetto definitivo della vettura è stato sottoposto alla supervisione scientifica di Roberto Giolito, responsabile della FCA Heritage, ed è stato sostenuto con entusiasmo dall'Editoriale Domus, la cui presidente ed editrice Giovanna Mazzocchi Bordone sottolinea come essere arrivati in fondo a questo difficile, ma entusiasmante percorso sia motivo di orgoglio e di grande soddisfazione.

Categorie: 4 Ruote

BMW - Europa, possibile richiamo per 324.000 auto diesel

4 Ruote - Ago 08,2018

La BMW sarebbe pronta a lanciare un richiamo in Europa per alcuni modelli con motore a gasolio, a seguito di un problema inizialmente segnalato sul mercato coreano. Le vetture interessate sono circa 324.000: il problema sarebbe legato al ricircolo dei gas di scarico, che potrebbe causare un incendio nel vano motore. La notizia, non ancora confermata, è stata diffusa dalla testata tedesca Frankfurter Allgemeine Zeitung

27 BMW distrutte dalle fiamme in Corea. La problematica è stata evidenziata in Corea, dove su 27 vetture si sarebbero sprigionate delle fiamme. La sede nazionale della Casa tedesca ha diramato scuse ufficiali e ha coinvolto i vertici in Germania, dando così vita a un primo richiamo di 106.000 veicoli, mentre le associazioni dei consumatori hanno annunciato azioni legali. Dopo le analisi dei tecnici tedeschi la Casa di Monaco avrebbe quindi deciso di estendere le modifiche tecniche anche alle auto vendute in Europa.

 

Categorie: 4 Ruote

Lamborghini Aventador - La SVJ per la prima volta senza veli

4 Ruote - Ago 08,2018

"Lamborghini Aventador SVJ. Non crederete ai vostri occhi". Con queste parole la Casa di Sant'Agata Bolognese presenta la sua nuova supersportiva, un modello che ancor prima di essere svelato ha già conquistato il titolo di automobile di serie più veloce di sempre al Nürburgring. Il nuovo teaser mostra per la prima volta la sportiva senza veli anticipandone di qualche settimana il debutto che potrebbe essere fissato per la Monterey Car Week, in programma dal 18 al 26 di agosto in California.

Nuova aerodinamica.
La nuova immagine ufficiale, diffusa sui social, mostra il logo del Toro integrato nel paraurti anteriore della sportiva. Oltre al colore con il quale sarà probabilmente presentato il nuovo modello, il teaser mostra due aperture ai lati dello scudetto della Casa italiana. La SVJ porterà infatti al debutto soluzioni aerodinamiche totalmente inedite che le permetteranno di incrementare notevolmente i livelli di carico aerodinamico rispetto alla Superveloce dalla quale deriva. Oltre a questo la SVJ sarà più leggera e disporrà di una versione potenziata del dodici cilindri che sulla SV è in grado di erogare 750 CV.

Categorie: 4 Ruote

Ford Territory - Nel 2019 una Suv entry level dedicata alla Cina

4 Ruote - Ago 08,2018

La Ford realizzerà un modello dedicato al mercato cinese che debutterà nel 2019, con la denominazione Territory. La Casa americana ha confermato ai microfoni della Reuters che il progetto di una Suv entry level sarà sviluppata e prodotta in collaborazione con la Jiangling Motors Corporation e offrirà tre motorizzazioni benzina, incluse quelle mild hybrid e plug-in hybrid. Curiosamente il nome del modello non è inedito: la Casa americana, infatti, in passato ha già proposto una sport utility di dimensioni medie con questa sigla sul mercato australiano.

Debutto in un nuovo segmento. Per il momento la Ford non ha fornito ulteriori dettagli tecnici e non ha svelato la fascia di prezzo del nuovo modello. L'intenzione è quella di combattere la fortissima concorrenza dei costruttori nazionali in un segmento fino a oggi non presidiato per ridare slancio alle vendite. Nel primo semestre del 2018 le consegne del marchio sono infatti calate del 25%, sia per la mancanza di una gamma aggiornata ed elettrificata sia per i nuovi dazi applicati ai modelli importati, come quelli premium marchiati Lincoln.

50 modelli entro il 2025. L'arrivo della Ford Territory è solo il primo tassello di una strategia che punta a riconquistare il mercato cinese: sono previsti infatti ingenti investimenti da qui al 2025 per introdurre 50 nuovi prodotti, che includeranno varianti aggiornate e progetti completamente inediti. I risultati concreti si vedranno solo a partire dal 2020, mentre è stata ufficialmente esclusa la possibilità di creare un brand specifico per il mercato cinese come accaduto per le concorrenti General Motors e Nissan.

Categorie: 4 Ruote

Lutto nel mondo dell'auto - Addio a Nicola Giordano

4 Ruote - Ago 08,2018

Dopo anni di reportage fotografici un po in tutto il mondo, Nicola Giordano (per noi solo affettuosamente Nick) approda a Quattroruote negli anni 80.

Anima da reporter. Inutile dire che si è fatto subito ben volere da tutti. Persona affabile, gentile ma anche sagace quando la situazione lo richiedeva, sotto le sue sapienti mani sono passate tutte le auto provate da Quattroruote in quegli anni. Aveva lincarico di fotografarle nello studio fotografico, ci lavorava sodo ed era anche molto bravo, ma la routine tra quelle quattro mura gli andava stretta. La sua anima da reporter apparteneva a spazi ben più ampi, allimprovvisazione a situazioni sempre diverse.

Quella volta a Circolo Polare Artico. Ricordo ancora lentusiasmo con cui accettò di raggiungere i nostri collaudatori al Circolo Polare Artico dove stavamo eseguendo la prova di durata della Fiat Punto a confronto con la Toyota Yaris. Era linverno del 2000 e ne scaturì uno dei servizi fotografici più belli tra quelli mai pubblicati sulla nostra rivista. Va anche detto che Nick era pure una persona ironica e non si tirava mai indietro quando gli veniva chiesto di prestare il suo volto per qualche inchiesta o servizio di attualità.

Nick carissimo, mancherai a tutti.

Alla famiglia Giordano l'abbraccio della redazione di Quattroruote e di tutta l'Editoriale Domus.

 

Categorie: 4 Ruote

Ares Design - Iniziano i collaudi della Panther

4 Ruote - Ago 08,2018

L'italiana Ares Design ha avviato i collaudi su strada della Panther, la sportiva che si ispira alla De Tomaso Pantera ma è costruita sfruttando la base meccanica della Lamborghini Huracán. Si tratta del primo esempio del neonato programma Legends Reborn, che punta a riportare vetture iconiche sul mercato sfruttando meccanica e tecnologia di oggi.

21 esemplari già venduti. L'azienda modenese costruirà 21 esemplari della Panther, che saranno proposti ai clienti con prezzi superiori al mezzo milione di euro e possibilità di personalizzazione praticamente infinite. Tutti gli esemplari sono già stati assegnati: la produzione sarà avviata nel mese di ottobre e ogni vettura richiederà circa 24 settimane per l'assemblaggio.

Il V10 Lamborghini raggiunge i 650 CV. La meccanica è quella della Huracán, con alcune modifiche realizzate direttamente dalla Ares Design: il V10 aspirato passa infatti da 5.2 a 5.6 litri e la potenza raggiunge i 650 CV e 560 Nm. In futuro sono previste ulteriori evoluzioni del propulsore, mentre l'unica trasmissione disponibile è quella automatica doppia frizione sette marce. Per ridurre la massa totale la carrozzeria è completamente realizzata di fibra di carbonio, mentre la scocca sfrutta un mix di carbonio e alluminio come sulla vettura donatrice. 

Categorie: 4 Ruote

Tesla - Elon Musk valuta un'Opa per uscire da Wall Street

4 Ruote - Ago 08,2018

Elon Musk si conferma una fonte di sorprese a getto continuo. Ieri l'imprenditore di origini sudafricane ha lanciato prima quella che sembrava una provocazione e dopo un'operazione dai mille risvolti sulla sua Tesla. Musk ha infatti avanzato l'ipotesi di lanciare un'offerta pubblica d'acquisto sulla Casa californiana per cancellare le azioni dai listini di Wall Street e ha così fatto volare il titolo Tesla quotato sul Nasdaq. 

Il sorprendente cinguettio. "Sto considerando di rendere la Tesla un gruppo privato a 420 dollari. Finanziamenti garantiti", ha affermato Musk tramite il suo account su Twitter. Inizialmente il cinguettio ha scatenato dubbi e interrogativi. L'imprenditore è infatti famoso per le sue provocazioni e battute come nel caso del pesce di aprile sull'imminente fallimento dellazienda. "Fa sul serio?", hanno chiesto alcuni suoi seguaci, mentre altri lo hanno accusato di distorcere palesemente l'andamento delle azioni. Poco dopo, però, lo stesso Musk ha iniziato a rispondere alle domande dei suoi follower e ha anche inviato una lettera ai dipendenti per spiegare le motivazioni alla base delle sua decisione di valutare la possibilità di lanciare un'offerta con ben pochi precedenti nella storia della finanza americana. La società verrebbe infatti valutata oltre 70 miliardi di dollari, un record anche per il settore automobilistico. Per fare un confronto, le valutazioni di mercato della General Motors si aggira intorno ai 53 miliardi e quella della Ford sui 40 miliardi. 

Nessuna decisione. "Oggi ho annunciato che sto pensando al delisting della Tesla ricomprando le azioni a un prezzo di 420 dollari per ognuna. Volevo rendervi partecipi del mio ragionamento e del perché penso che questo sia il miglior percorso da seguire", ha scritto Musk nella missiva ai dipendenti. "Innanzitutto, non è stata ancora presa una decisione definitiva, ma la ragione sta nella necessità di creare un ambiente in cui Tesla funzioni al meglio. Come società quotata siamo soggetti a oscillazioni selvagge del prezzo delle azioni che possono essere una grande distrazione per tutti coloro che lavorano nell'azienda e per tutti gli azionisti. Essere pubblici ci sottopone anche al ciclo dei profitti trimestrali, che esercitano un'enorme pressione e ci costringono a prendere decisioni che potrebbero essere giuste per un certo trimestre, ma non necessariamente per il lungo termine". "Infine, essere quotati significa anche che molte persone hanno più motivi per attaccare la società", ha aggiunto Musk. Sono convinto che lavoriamo al meglio quando tutti siamo concentrati sulla nostra missione a lungo termine e quando non ci sono distrazioni perverse di persone che vogliono cercare di danneggiare ciò che stiamo cercando di costruire".

Possibile ritorno in Borsa in futuro. Musk non ha comunque escluso il possibile ritorno a Wall Street della sua azienda: "In futuro, quando la Tesla entrerà in una fase di crescita più lenta e prevedibile, probabilmente avrà senso tornare sui mercati. Ecco, ciò che immagino con questa privatizzazione è che tenga insieme tutti gli azionisti, compresi i nostri dipendenti. Innanzitutto, vorrei strutturare questa operazione in modo che gli azionisti possano scegliere. Possono rimanere investitori in una Tesla privata oppure possono vendere a 420 dollari per azione, che è un premio del 20% rispetto al prezzo delle azioni dopo la pubblicazione dei risultati del secondo trimestre. La mia speranza è che tutti gli azionisti restino, ma se preferiscono vendere, ciò darebbe loro un bel premio", ha proseguito l'imprenditore, che ora dovrà sottoporre il suo progetto al consiglio di amministrazione e superare molti ostacoli anche perchè il 20% circa del capitale in suo possesso non gli garantisce la maggioranza assoluta sia nel cda che allinterno dellassemblea dei soci. 

Tra i soci anche i sauditi. La notizia dell'offerta ha oscurato ulteriori sviluppi all'interno dell'azionariato emersi, tra l'altro, pochi minuti prima del cinguettio di Musk. Secondo il Financial Times il fondo sovrano dell'Arabia Saudita, il Public Investment Fund supervisionato dal principe Mohammed bin Salman, sarebbe infatti diventato uno dei maggiori azionisti tramite l'acquisto sul mercato di azioni pari al 3-5% del capitale. Non si sa quando sarebbero stati effettuati gli acquisti, ma per il quotidiano britannico potrebbero essere stati condotti dopo la visita in America dell'erede al trono saudita. Non si tratta, comunque, della prima incursione del fondo in ambito automobilistico. PIF ha infatti investito 45 miliardi di dollari nel Softbank Vision Fund, il fondo promosso dalla multinazionale nipponica Softbank e da pochi mesi azionista della Uber e di altre realtà del settore automotive come la Cruise Automation della General Motors

Categorie: 4 Ruote

Ford - Mai più contromano con il Wrong Way Alert

4 Ruote - Ago 08,2018

La nuova Ford Focus porta al debutto una tecnologia totalmente inedita, il Wrong Way Alert, che promette di evitare le situazioni di pericolo connesse alla guida contromano. Il sistema, infatti, sfrutta la telecamera frontale dell'auto utilizzata anche da altri sistemi per rilevare quando il conducente sta guidando nel senso di marcia errato.

Avviso immediato. Il sistema di avviso sarà inizialmente disponibile in Austria, Germania e Svizzera, ma presto arriverà anche su altri mercati europei. Il funzionamento è piuttosto semplice: sfruttando il Traffic Sign Recognition già presente sull'auto, il Wrong Way Alert rileva la presenza di segnali stradali di senso vietato, avvisando il guidatore qualora stesse marciando contromano. Nel caso si imboccasse una strada nel senso opposto a quello di marcia (con segnale di senso vietato su entrambi i lati della carreggiata), il dispositivo segnalerà il pericolo direttamente sul quadro strumenti e, nel caso fosse presente, anche sull'head-up display, invitando il guidatore a fermarsi immediatamente.

Categorie: 4 Ruote

Pellicole & Co - Tutto ciò che serve per personalizzare l'auto

4 Ruote - Ago 08,2018

Una pellicola o un dettaglio adesivo possono contribuire a modificare laspetto dellauto: personalizzazioni che si possono realizzare rimanendo nella legalità, senza incorrere in sanzioni. Se in passato bisognava accontentarsi delle scritte in stile "racing team", oggi le opportunità sono molto più ampie, e il fenomeno del wrapping lo conferma. Se cambiare colore a una carrozzeria senza vernici e senza forno è comunque unimpresa riservata agli specialisti, altri lavori sono praticamente alla portata di chiunque; basta ordinare online il necessario e avere un minimo di pazienza e di manualità.

Più fresco a bordo. Lesempio più classico di ciò che il mercato propone è rappresentato dalle pellicole oscuranti per i cristalli, utilizzate per migliorare la privacy e per ridurre leffetto nocivo dei raggi solari sui tessuti di rivestimento. A questo proposito è importante sottolineare che possono essere impiegate esclusivamente pellicole oscuranti di tipo omologato, che devono essere applicate solamente sui vetri laterali posteriori, e sul lunotto posteriore se sono presenti i due specchi retrovisori laterali. invece sempre esclusa la possibilità di installarle sul parabrezza, sui vetri laterali anteriori, e sugli specchi retrovisori.

Dettagli aerodinamici. A proposito dei retrovisori, non si può oscurare la parte riflettente, ma è del tutto legale il cambio di colore della calotta esterna, una pratica molto di moda, che si può effettuare acquistando online gusci dedicati, oppure utilizzando pellicole adesive carbon look o con qualunque altro tipo di effetto. Ma le proposte sono davvero numerose, anche per le altre parti della carrozzeria. Si va dai dettagli di gomma con effetti aerodinamici, sotto forma di bordi da applicare al portellone, o di estrattori che si montano nella zona inferiore della coda. Senza dimenticare le classiche strisce in stile corsaiolo per la parte alta del parabrezza, e i baffi da incollare sui fianchi per conferire un tocco racing anche su semplici citycar.

Categorie: 4 Ruote

Sébastien Ogier - In pista nel DTM insieme alla Mercedes

4 Ruote - Ago 08,2018

La Mercedes ha annunciato che Sébastien Ogier debutterà nel campionato turismo tedesco a bordo di una Mercedes C 63 DTM. Correrà al Red Bull Ring, a Spielberg, dal 21 al 23 settembre.

Guest star. Il regolamento del DTM permette ai costruttori di schierare una vettura aggiuntiva, oltre alle sei canoniche, da affidare a un ospite. Così, mentre nella gara di Misano vedremo Alex Zanardi insieme alla BMW, in Austria i riflettori saranno puntati in casa della Mercedes per vedere come se la caverà Ogier con la guida in pista. Per il pilota francese sarà un vero e proprio debutto nella categoria.

Dagli sterrati alla pista. Questa è unesperienza davvero entusiasmante, ha dichiarato il cinque volte campione del mondo rally. Il DTM è unesperienza completamente nuova per me, ma sto cercando di imparare quando più possibile a ogni giro, ha ammesso. Il pilota francese, che è in lotta per la sesta corona iridata nel Mondiale Rally, ha già percorso i primi chilometri in pista con la C63. Questa è unopportunità per allargare i miei orizzonti e fare esperienza. Finora non ho mai guidato sui circuiti permanenti, a parte un paio di volte su una GT. Ma una vettura del DTM è ovviamente più veloce e non mi aspetto di essere subito competitivo. Mi attende un weekend difficile a Spielberg, ma il mio obiettivo sarà tenere quanto più possibile il passo degli altri piloti, ha concluso.

Il commento di Ulrich Fritz. Il numero uno di Mercedes-AMG Motorsport DTM ha accolto con entusiasmo la possibilità di schierare in pista una vettura aggiuntiva per Ogier. "Sébastien è un vero pilota. Ha dimostrato le sue abilità sugli sterrati di tutto il mondo, conquistando il Mondiale Rally per cinque volte. In pista non sarà certo come fare una passeggiata nel parco, eppure è motivato per dare il massimo e fare spettacolo".

Categorie: 4 Ruote

Audi e-tron - La Pikes Peak... in discesa - VIDEO

4 Ruote - Ago 08,2018

Con l'Audi e-tron, siamo andati nientemeno che sulla vetta della Pikes Peak (4.302 metri), in Colorado, per mettere alla prova il sistema di recupero dell'energia. Ecco la prima clip della spettacolare corsa in salita... fatta in discesa, dove la nuova Suv elettrica ha ricaricato la batteria litio-ioni da 95 kWh su un percorso di 30 km con pendenze fino al 10%. 

Categorie: 4 Ruote

Gruppo FCA - Mike Manley a colloquio da Donald Trump

4 Ruote - Ago 07,2018

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump incontrerà presidenti e amministratori delegati di una dozzina delle più grandi aziende con sede negli Usa per discutere sul programma economico che presenterà alle prossime elezioni. Tra gli invitati al resort golfistico di Bedminster (New Jersey), di proprietà del tycoon statunitense, vi sono anche alcuni nomi di rilievo dell'industria automobilistica, tra i quali spicca Mike Manley, nuovo ad del gruppo FCA nominato come sostituto di Sergio Marchionne.

Una dozzina di ad. Oltre a Manley, al Trump National Golf Club Bedminster saranno presenti anche Darius Adamczyk, presidente e ceo del colosso della componentistica e dell'automazione Honeywell, e Harold Hamm, ad dell'azienda petrolifera Continental Resources. A colloquio con Trump vi saranno anche i ceo della Boeing, Dennis Muilenburg, della FedEx, Fred Smith e di molte altre aziende di vari settori che spazieranno dalla Mastercard alla Johnson & Johnson. L'occasione porterà i vertici della Casa Bianca presenti nel New Jersey ad analizzare insieme ai ceo delle varie aziende le prospettive economiche del Paese anche in relazione alla guerra commerciale con la Cina e ai dazi applicati sull'importazione di alcune materie prime.

Categorie: 4 Ruote

Uber - L'incidente dell'Arizona era evitabile

4 Ruote - Ago 07,2018

L'incidente che lo scorso marzo ha portato alla morte di una donna a Tempe, in Arizona, sarebbe stato evitabile. Secondo le indagini dell'IIHS, Insurance Institute for Highway Safety, se Uber avesse lasciato attivi i sistemi di sicurezza della Volvo XC90 utilizzata per collaudare le tecnologie di guida autonoma, l'auto avrebbe correttamente riconosciuto il pedone e avrebbe frenato, riducendo nettamente la velocità o evitando del tutto l'impatto.

Distrazione e Adas disattivati. Nei documenti rilasciati a seguito delle indagini, l'IIHS critica duramente Uber per aver disabilitato il sistema di frenata autonoma con riconoscimento dei pedoni della Volvo che, a detta del chief research officier dell'istituto di sicurezza, David Zuby, avrebbe potuto salvare la vita della donna che stava attraversando a piedi la strada mentre spingeva la sua bicicletta. A bordo del veicolo coinvolto nell'incidente era presente una collaudatrice che avrebbe dovuto controllare il corretto funzionamento dei sistemi driverless e agire sui freni in caso di pericolo ma che, secondo le ricostruzioni della polizia di Tempe, durante quegli attimi fatali sarebbe stata distratta da un talent show che stava seguendo in streaming dallo schermo del suo smartphone.

Categorie: 4 Ruote

Citroën C3 Aircross - Raggiunte le 100.000 unità vendute

4 Ruote - Ago 07,2018

In meno di un anno dal debutto sul mercato della sua nuova sport utility compatta la Citroën ha venduto l'esemplare numero 100.000 della C3 Aircross. La piccola Suv transalpina ha riscosso molto successo tra il pubblico europeo, arrivando alla fine dello scorso febbraio a quota 50.000 unità vendute, per poi raddoppiare la cifra a soli dieci mesi dal lancio commerciale.

Una ogni tre ha il Colour Pack. Dall'inizio del 2018 la Citroën ha consegnato quasi 70.000 C3 Aircross, circa 10.000 al mese, un dato che ha contribuito notevolmente alla crescita delle vendite del marchio francese (+9%). Ciò ha reso la C3 Aircross il secondo modello più scelto dai clienti del Double Chevron: davanti a lei c'è solo la sorella minore C3. Il 55% degli acquirenti della nuova Suv ha scelto l'allestimento più completo, lo Shine, mentre il 35% delle vetture è stato equipaggiata con uno dei quattro allestimenti per gli interni. Una Citroën C3 Aircross su quattro ha una verniciatura bicolore con tetto a contrasto, mentre su quasi una ogni tre è presente uno dei Colour Pack di personalizzazione con tonalità esclusive per le cornici dei fari, la finitura del montante posteriore, le borchie dei cerchi, le barre del tetto e le calotte degli specchietti retrovisori esterni.

Categorie: 4 Ruote

Suzuki - Il giro di pista della Swift Sport - VIDEO

4 Ruote - Ago 07,2018

La Suzuki Swift Sport, dotata di motore 1.4 litri turbobenzina abbinato a un assetto ribassato e dettagli tecnici specifici, è la protagonista del giro veloce sulla nostra pista di Vairano. La piccola giapponese sfrutta lo stesso propulsore da 140 CV già visto su modelli come la S-Cross e la Vitara, e dispone di un'impostazione nettamente più sportiva rispetto alle altre versioni della segmento B.

Sotto la tonnellata. Rispetto alle concorrenti, la Swift Sport risulta molto più leggera, con un peso a secco di soli 975 kg: ciò le permette di ottenere prestazioni migliori rispetto alla precedente generazione con una velocità massima di 210 km/h e un'accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 8,1 secondi. Nonostante le modifiche dell'assetto, tuttavia, in alcune situazioni il beccheggio genera qualche pattinamento di troppo. Per sapere con che tempo ha chiuso il giro guardate il video! La prova completa, invece, è su Quattroruote di agosto.

Categorie: 4 Ruote

Giorgetto Giugiaro - Ottant'anni con stile - FOTO GALLERY

4 Ruote - Ago 07,2018

stato il padre di oltre 200 automobili, delle quali ha studiato la cosa più evidente e per molti versi più importante: lo stile. Lo hanno eletto designer del secolo, lo hanno inserito nella Automotive Hall of Fame e l'hanno insignito di infiniti riconosacimenti, tra i quali il Premio Gianni Mazzocchi dedicato al nostro fondatore. Eppure lui, Giorgetto Giugiaro, che oggi soffia sulla torta del suo ottantesimo compleanno, è rimasto quello di sempre: un uomo che, nonostante le lusinghe del successo, ha continuato a lavorare sodo e a divertirsi creando. Basta guardare come sorride quando, con una semplicità disarmante e una passione contagiosa, parla delle sue automobili.

Figlio darte. Giorgetto nasce il 7 agosto 1938 a Garessio, in provincia di Cuneo, da una famiglia con il pallino dellarte. Suo nonno, Luigi, affrescava le chiese e suo padre, Mario, si alternava tra decorazioni religiose e oli su tela. A 14 anni il giovane Giorgetto si trasferisce a Torino, dove dà uninterpretazione personale e moderna dellestro creativo della famiglia studiando disegno tecnico. Diciassettenne, nel settembre 1955 viene assunto alla Fiat nellufficio veicoli speciali, alle dirette dipendenze dellingegner Fabio Luigi Rapi. Ma il suo vero mentore, che ha notato la sua perizia nel disegno, è nientemeno che lingegner Dante Giacosa. A dicembre 1959 passa alla Bertone come capo dello stile e qui disegna, tra le tante, una delle auto più iconiche degli anni 60: lAlfa Romeo Giulia Sprint GT, prodotta (con denominazioni e cilindrate diverse) dal 1963 e il 1976. Nel 1965 è alla Ghia, per conto della quale dà forma alla Maserati Ghibli, la prima, e alla De Tomaso Mangusta.

Il suo Sessantotto. Il grande passo è quello che compie nel 1968 quando, trentenne, fonda con Aldo Mantovani la Italdesign, lazienda che si identificherà per sempre con il suo nome. Persino oggi che, dopo cinque anni passati in ambito Volkswagen, che ne aveva inizialmente acquisito il 90%, è totalmente sotto il controllo del Gruppo tedesco e lui è definitivamente fuori. Attualmente, insieme con il figlio Fabrizio, classe 1965, gestisce la GFG Style, che - come prima la Italdesign - crea non solo automobili, ma anche altri oggetti di uso quotidiano. La prosecuzione di una strada che già lo aveva portato a disegnare, in passato, dalle lavatrici ai treni, da formati di pasta alle barche, dalle bottigliette ai telefoni pubblici.

Categorie: 4 Ruote

Snam - Con Api un accordo per 200 distributori di metano

4 Ruote - Ago 06,2018

La Snam ha siglato una serie di accordi con l'Eni e il Gruppo Api per incentivare la mobilità sostenibile attraverso l'apertura di nuove stazioni di rifornimento di gas naturale e biometano in Italia.

200 punti rifornimento nelle stazioni IP già esistenti. Con il Gruppo Api la Snam ha stretto un accordo per realizzare 200 impianti di rifornimento di gas naturale all'interno dei punti vendita a marchio IP su strade e autostrade. Il primo passo sarà quello di individuare le stazioni adatte, mentre la contrattualizzazione dei primi 30 impianti avverrà entro i primi mesi del 2019. Oltre ai punti di erogazione di gas naturale compresso per le auto (CNG) sono allo studio anche i sistemi con gas liquido (LNG) per i mezzi pesanti.

20 nuove stazioni insieme alla Eni. L'accodo con la Eni prevede invece la progettazione, la realizzazione e la manutenzione di 20 nuove stazioni di rifornimento di gas naturale (CNG) e biometano con un investimento di 10 milioni di euro. Le prime attività saranno aperte al pubblico entro il primo trimestre del 2019.

Categorie: 4 Ruote

Hyundai Europe - Dong Woo Choi è il nuovo presidente

4 Ruote - Ago 06,2018

La Hyundai ha nominato Dong Woo Choi nuovo presidente e ceo della Hyundai Motor Europe. Il 56enne coreano, fedele all'azienda dal 2007, prende il posto di Cheong Kim, che si occuperà della Global Operation Division nella sede centrale di Seoul.

Responsabilità sul mercato e sui siti produttivi. L'Europa riveste un ruolo sempre più importante nelle strategie globali del marchio coreano e per questo il nuovo Presidente avrà nuovi compiti: oltre al controllo delle vendite sarà infatti responsabile dei siti produttivi della Hyundai Motor Manufacturing Czech di Noovice, nella Repubblica Ceca e della Hyundai Assan Otomotiv Sanayi di zmit, in Turchia.

Categorie: 4 Ruote