Jaguar Land Rover - La strategia elettrica (anti ansia) del Giaguaro

4 Ruote - Lug 09,2018

Fare pace con lansia da ricarica, con ladattamento della rete elettrica e con gli altri aspetti tecnici e burocratici. lobiettivo fissato nellofferta della nuova Jaguar I-Pace, con buona pace di chi non ama le auto a elettroni. La vettura la conoscete già (per il "primo contatto" di Alessio Viola cliccate qui). Forse però è utile un breve ripasso. Ecco quindi una breve sintesi della EV400 AWD: due motori elettrici sincroni, trazione integrale, 400 CV, 696 Nm di coppia, 0-100 km/h in 4,8 secondi, batteria da 90 kWh, autonomia di 480 km secondo il ciclo Wltp, frenata rigenerativa, da 0 all80% in 40 minuti con caricatore da 100 kW o 100 km di autonomia in 15 minuti (dati forniti dalla Casa in attesa del test del Centro prove di Quattroruote che arriverà tra pochissimo). I prezzi partono dai 79.790 euro della versione S, per salire agli 87.900 della SE e ai 94 mila della HSE (104.390 euro la First Edition).

Wallbox gratuita ed E-Angel. Quel che è meno noto, ma è stato sottolineato dal presidente e ad di Jaguar Land Rover Italia, Daniele Maver, alla Global Brand Expedition 2018 in Sardegna, è che lofferta delle I-Pace prevede linstallazione gratuita della wallbox e lassistenza di un E-Angel per verificare le condizioni di montaggio e offrire supporto nella richiesta di potenza al gestore di riferimento. Inoltre, il cliente avrà a disposizione unapp dedicata con funzionalità esclusive per laccesso alle colonnine pubbliche, alle stazioni di ricarica dei concessionari Jaguar land Rover (114 dealer, 30 di quali selezionati in posizione strategica e dotati di paline fast per il 60% di ricarica in meno di unora) e alle oltre 100 strutture in partnership (alberghi, ristoranti, etc.) della destination charge che saranno operative entro fine 2018. Le vetture dimostrative arrivano ora nelle concessionarie, le prime consegne, ha specificato Maver, ci saranno a fine agosto. "Lelettrico? Limportante", ha aggiunto, "è esserci ed essere tra i primi. Certo lItalia dal punto di vista delle infrastrutture lItalia è ancora indietro, ma molte cose stanno cambiando grazie anche allimpegno dellEnel".

Gli investimenti nellelettrificazione. La strategia I-Pace, auto vettura premium Suv completamente EV (a parte la tesla Model X) non significa automaticamente che il gruppo abbia deciso di rinunciare alle motorizzazioni tradizionali, nonostante abbia di recente annunciato investimenti per lelettrificazione pari a circa 15,3 miliardi di euro (13,5 miliardi di sterline). Anche perché i costi industriali delle batterie stanno rapidamente scendendo e quando un pacco di accumulatori avrà un valore di 100 dollari o meno, ha spiegato Maver, sarà indifferente per le Case costruire motori elettrici, diesel o benzina.

Italia quarto mercato nel mondo. Lanno fiscale 2017/2018 di Jaguar Land Rover, che festeggia i 70 anni con il lancio di JLR Classic sulla scia dellheritage, si è chiuso a livello globale con in record di consegne: 614.300 unità (+1,7%), grazie anche alla commercializzazione di Range Rover Velar, Land Rover nuova Discovery e Jaguar E-Pace. I ricavi sono saliti del 6% a 25,8 miliardi di sterline anche se i margini Ebit (dal 5,9% al 3,8%) ed Ebitda (al 10,8% dal 12,1%) si sono ridotti per effetto degli investimenti, pari al 16 del fatturato (4,2miliardi di sterline). In questo contesto, lItalia per Jaguar Land Rover, con 29.340 consegne (dalle 27.115 del precedente esercizio), diventa il quarto mercato del mondo dopo Cina, Stati Uniti e Regno Unito e il secondo per quota di mercato (26,9%).

 

 

Categorie: 4 Ruote

Tesla - Video a sorpresa per la Model 3 Performance

4 Ruote - Lug 09,2018

La Tesla ha diffuso a sorpresa un video dei collaudi della Model 3 Performance. Si tratta di un filmato grezzo, senza alcun montaggio o titolo e probabilmente ripreso con uno smartphone, che mostra una vettura portata al limite del pattinamento. Assente il suono del motore per ovvi motivi, l'unico sound è quello dei pneumatici che lottano per trovare grip, mentre la Model 3 si esibisce anche in qualche sovrasterzo.

 

Prestazioni al top con la versione Performance. La Model 3 Performance è stata recentemente annunciata e si posizione all'apice della gamma della entry level Tesla. Deriva dalla Dual Motor con trazione integrale e doppio motore elettrico e offre un'autonomia di 310 miglia (quasi 500 km), con prestazioni da sportiva pura: 3,5 secondi per toccare le 60 miglia da fermo e 155 miglia orarie (250 km/h) di punta . La Tesla non ha ancora dichiarato la potenza massima della versione Performance, mentre ha già confermato il prezzo negli Stati Uniti aprendo gli ordini: 78.000 dollari, pari a circa 66.400 euro.

 

Categorie: 4 Ruote

Infiniti - Sospeso il progetto di una compatta di lusso con la Mercedes

4 Ruote - Lug 09,2018

L'Alleanza Renault-Nissan e il gruppo Daimler avrebbero sospeso il progetto di un modello compatto di lusso che avrebbe dovuto essere prodotto nella fabbrica messicana di Aguascalientes.

Progetto sospeso, collaborazione confermata. Il Gruppo franco-giapponese aveva scelto il marchio Infiniti per questo progetto, ma i profondi mutamenti del mercato avrebbero portato a questa drastica decisione. La notizia è stata diffusa dalla testata Nikkan Kogyo e non è stata ancora confermata ufficialmente: la decisione non modifica comunque i rapporti tra i due gruppi, che continuano a collaborare su più fronti.

I clienti guardano altrove. Tra i motivi che avrebbero portato alla fine prematura dell'inedito modello ci sarebbero sia la sempre maggior predilezione dei clienti verso i suv, sia l'attuale situazione politica: la produzione in Messico avrebbe infatti potuto essere penalizzata dalla modifica degli accordi Nafta. Ad  Aguascalientes è stata avviata a dicembre la produzione della Infiniti QX50 e la fabbrica ha una capacità potenziale di 230.000 veicoli all'anno: presto accoglierà anche l'assemblaggio della seconda generazione della Mercedes-Benz Classe A e delle sue future derivate.

Categorie: 4 Ruote

Mazda2 - Nuovi motori e dotazioni per la compatta

4 Ruote - Lug 09,2018

La Mazda ha aggiornato la sua vettura più compatta, la 2, introducendo motorizzazioni aggiornate e dotazioni inedite. Grazie a lievi modifiche tutte le versioni della Mazda2 attualmente disponibili soddsifano i requisiti anti-inquinamento Euro6d-Temp e i vari allestimenti propongono pacchetti più ricchi di accessori. La Mazda2 2018 è già ordinabile in tre differenti motorizzazioni con prezzi a partire da 14.050 euro.

Omologate senza filtro. La piccola cinque porte giapponese si propone sul mercato italiano con motori benzina Skyactiv-G in tre livelli di potenza, 75, 90 e 115 CV: uscirà così dalla gamma la versione 1.5 diesel da 105 CV. Le nuove unità aspirate a benzina sono state ottimizzate e non necessitano di sistemi di post trattamento dei gas di scarico o di filtri antiparticolato per risultare conformi alle normative Euro6d-Temp. Il cambio manuale è disponibile di serie su tutte le versioni, mentre l'automatico risulta ordinabile solo sulla 90 CV.

Nuove dotazioni. Con l'aggiornamento della gamma di propulsori la Mazda ha introdotto alcune modifiche al listino della compatta. Le versioni Exceed dispongono di serie dell'infotainment MZD Connect con videocamera di retromarcia, della Smart Key, dei cerchi di lega da 16", del sistema di frenata d'emergenza, del clima automatico e dei fari Full Led. I clienti che sceglieranno il Leather Pack, che ora include anche cerchi di lega da 16" bicolore, potranno scegliere due tinte, Black e White, per la pelle degli interni. Il Comfort Pack, infine, si arricchisce dei vetri privacy che si vanno ad aggiungere ai sensori di parcheggio, ai fendinebbia e ai cerchi di lega da 15" già disponibili.

Categorie: 4 Ruote

Jeep Compass - Una settimana con la 1.4 MultiAir 4WD Limited - VIDEO

4 Ruote - Lug 09,2018

Una settimana a bordo di una Jeep Compass, con cinque giornalisti di Quattroruote a raccontarvi le loro impressioni. La motorizzazione scelta è la 1.4 a benzina MultiAir da 170 CV con trazione integrale e allestimento Limited, a listino a partire da 36.900 euro. Grazie all'altezza da terra e all'escursione delle sospensioni, tiene fede alle origini del suo marchio, pur con uno stile più gradito agli europei, e richiama in piccolo la sorella maggiore Grand Cherokee.

L'heritage e lo stile [Day 1]. Quelle sette feritoie davanti (che nel 1941 erano 9) sono lì per dirti una cosa: "Sono una Jeep, quindi so fare di tutto, basta chiedere". E in effetti alla Compass puoi chiedere davvero di essere una compagna di viaggio multi-funzione, da spaziosa "station wagon" ad avventurosa off-roader. In Italia, lo sappiamo, il diesel va ancora per la maggiore, ma per chi non fa troppa strada e vuole risparmiare un po' sul prezzo d'acquisto questo benzina da 170 CV è perfetto. (Roberto Ungaro, redazione WebTv)

Categorie: 4 Ruote

F.1, GP di Gran Bretagna - Vittoria di forza per Vettel, Hamilton secondo

4 Ruote - Lug 08,2018

Sebastian Vettel ha vinto il Gran Premio di Gran Bretagna, una gara ricca di emozioni e colpi di scena. Il tedesco ha tagliato il traguardo davanti alla Mercedes di Hamilton e all'altra Ferrari di Kimi Raikkonen.

In aggiornamento...

Categorie: 4 Ruote

Ford - Il giro di pista della Fiesta ST - VIDEO

4 Ruote - Lug 08,2018

Quest'oggi tocca alla Ford Fiesta ST scendere tra i cordoli della nostra pista di Vairano. La carta d'identità di questa variante pepata della  piccola americana parla chiaro: con 200 CV e 290 Nm di coppia a 1.600 giri, è capace di superare i 230 km/h di velocità massima.

Agile e scattante. Fin da subito, fra le qualità della Fiesta ST spicca la prontezza dell'EcoBoost, la cui spinta aumenta con generosa progressione verso la zona rossa del contagiri. Il tutto condito da un sound tutto sommato intrigante, soprattutto quando, una volta selezionata la modalità Track, si apre lo scarico. Al termine ha chiuso il giro veloce con il tempo di... Guardate il video per scoprirlo!
Trovate la prova completa sul Dossier Q Sportive e Cabrio, in edicola a richiesta con Quattroruote di luglio.

Categorie: 4 Ruote

La nostra storia - Le più belle copertine estive di Quattroruote FOTO GALLERY

4 Ruote - Lug 08,2018

Copertine da mare, copertine da amare. Da oltre sessantanni, Quattroruote è testimone della storia e del costume italiano: dalla motorizzazione di massa alla crisi petrolifera, dai primi grandi esodi delle famiglie a bordo delle 500 alle grandi opere, spesso attese troppo a lungo. Tutto passa per lauto, e tutto è stato raccontato nei suoi 755 fascicoli, persino le vacanze. Anche con le nostre copertine: sole, mare, spiagge e ovviamente lei, lautomobile. Magari scoperta, come la più classica delle auto per lestate. Ma anche familiare, per i grandi viaggi, o avventuriera, integrale, se non addirittura anfibia. Cè di tutto nelle nostre cover estive. E sono tante. Noi ne abbiamo scelte 25: ve le raccontiamo nella nostra gallery.

 

Categorie: 4 Ruote

F.1, GP di Gran Bretagna - Hamilton in pole davanti alle due Ferrari

4 Ruote - Lug 07,2018

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position del Gran Premio di Gran Bretagna, decima prova del Mondiale di Formula 1 2018. L'inglese ha fermato il cronometro sull'1:25.892, segnando il nuovo record della pista tra le urla del pubblico in delirio. La Ferrari ha provato a insidiare l'idolo di casa, ma per una manciata di millesimi non ci è riuscita: Vettel e Raikkonen partiranno dalla seconda e terza posizione domani. La lotta, però, è stata serrata: i primi tre sono divisi da un distacco di appena 98 millesimi.

Una pole storica. Quella di oggi è pole numero 76 in carriera per Hamilton, la cinquantesima che il pilota inglese ha conquistato sotto l'ala protettrice della Mercedes. Ma, soprattutto, Hamilton si è meritatamente conquistato l'appellativo di "Re d'Inghilterra", perché - seppur per appena 44 millesimi di secondo - ha conquistato oggi la sesta pole nel GP di Gran Bretagna, la quarta consecutiva a Silverstone.

La Ferrari c'è. La competitività della Scuderia di Maranello ha sorpreso anche i rivali della Mercedes, che non si aspettavano una lotta così serrata per la pole position. Sebastian Vettel ha segnato il tempo migliore nel primo tentativo: nel secondo run, Hamilton si è migliorato e si è preso la pole, mentre il tedesco non è riuscito ad abbassare il proprio tempo sul giro. Ma un campanello d'allarme è scattato in Ferrari poco prima della fine delle libere 3: Vettel ha lamentato un forte dolore al collo e si è dovuto immediatamente affidare alle cure del suo fisioterapista per rimettersi in sesto prima delle qualifiche, alle quali - per sua stessa ammissione - ha rischiato di non partecipare. Ad aggiungere lustro alla prestazione Ferrari c'è anche Kimi Raikkonen, decisamente in forma in queste ultime settimane: il finlandese, seppur abbia commesso una sbavatura all'ultima curva, è riuscito a tenere il passo degli avversari. Domani, in gara, la Ferrari potrà contare su due punte per l'attacco alla Mercedes e il risultato, a differenza degli anni passati, non sembra essere già scritto.

Top. Dopo aver iniziato male il fine settimana, la Haas ha recuperato terreno e ha posizionato i suoi piloti in settima e ottava posizione, appena dietro le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo. Non possiamo che sottolineare la bella prestazione del monegasco Charles Leclerc che ha portato la sua Alfa Romeo Sauber in nona posizione, precedendo anche la Force India di Ocon, che chiude la top ten.

Flop. Davvero deludente la prestazione della Williams che ha visto entrambi i piloti eliminati in Q1. Sirotkin ha ottenuto il diciottesimo tempo, dopo essere finito nella ghiaia e aver rischiato di danneggiare seriamente la vettura. Il compagno di squadra è andato peggio: nel corso del primo giro veloce, è finito in testacoda e si è insabbiato, sotto lo sguardo impietrito di Frank e Claire Williams.

GP di Gran Bretagna - Risultati delle qualifiche (primi dieci)

1. Hamilton - Mercedes | 1:25.892
2. Vettel - Ferrari | 1:25.936
3. Raikkonen - Ferrari | 1:25.990
4. Bottas - Mercedes | 1:26.217
5. Verstappen - Red Bull | 1:26.602
6. Ricciardo - Red Bull | 1:27.099
7. Magnussen - Haas | 1:27.244
8. Grosjean - Haas | 1:27.455
9. Leclerc - Sauber | 1:27.879
10. Ocon - Force India | 1:28.194

Categorie: 4 Ruote

Vendite 2018 - Le best seller italiane del primo semestre - FOTO GALLERY

4 Ruote - Lug 07,2018

Con 1.128.037 immatricolazioni (dati Unrae), nei primi sei mesi del 2018 il mercato italiano ha fatto registrare un leggero calo delle vendite (-1,4%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con una prevedibile conferma: la crescita di Suv e crossover, di cui ne sono state immatricolate, rispettivamente, 88.079 (+19,9%) e 237.916 (+31%) unità. In crescita anche la quota di mercato pari al 9,4% e al 27,6%: una vettura su tre, in pratica, è a ruote alte. Del resto, le novità di prodotto lanciate in questi settori nel primo semestre del 2017 hanno portato grandi benefici a marchi come Jeep (+100,84%) e Jaguar (+65%), giusto per citare i casi più eclatanti.

La top 20. A perdere terreno, invece, sono state le monovolume piccole (-37,4%) e compatte (-16%), seguite da cabrio (-22,4%), wagon (-14,2%) e berline (-11,1%). Ma anche il segmento delle citycar ha registrato una flessione del 14,1%, mentre le piccole sono riuscite a contenere le perdite (-2,6%), grazie ad alcuni modelli recentemente rinnovati. Nella nostra galleria fotografica abbiamo raccolto le 20 auto più vendute in Italia da gennaio a giugno. Per la prima volta non troverete in questa classifica la Fiat Punto, ormai al tramonto commerciale: ad agosto, dopo 25 anni di onorata carriera, terminerà la produzione. La sostituirà, probabilmente, la Fiat 500 Giardiniera: ne parliamo sul numero di luglio di Quattroruote.

Categorie: 4 Ruote

Cristiano Ronaldo - Tutte le auto di CR7 - FOTO GALLERY

4 Ruote - Lug 07,2018

Sebbene il suo Portogallo sia stato eliminato anzitempo da Russia 2018, il tre volte Pallone dOro Cristiano Ronaldo continua a far parlare di sé a Mondiali ancora in corso. Da diversi giorni, voci di mercato sempre più insistenti lo darebbero molto vicino ad un clamoroso trasferimento alla Juventus, con numeri da capogiro: oltre 100 milioni di euro per il suo cartellino e circa 30 per il suo ingaggio annuale. Lo sognano gli juventini e, forse, lo sogna anche FCA che, secondo indiscrezioni non confermate, potrebbe fare del campione portoghese un testimonial deccezione.

La nostra gallery. Del resto, CR7 è un grande appassionato di automobili e ha già prestato il suo volto per uniniziativa di marketing legata alla Bugatti Chiron, di cui possiede persino un esemplare. Come vi avevamo già accennato parlandovi delle auto dei calciatori, non di rado è lo stesso giocatore a rendere noti i suoi acquisti sui social. E proprio dal suo profilo Instagram abbiamo selezionato le immagini della nostra rassegna, dove troverete alcune delle più belle vetture di Ronaldo.

Categorie: 4 Ruote

Koenigsegg Agera - Svelate le ultime due Final Edition - VIDEO

4 Ruote - Lug 06,2018

La Koenigsegg ha svelato gli ultimi due esemplari delle Koenigsegg Agera Final Edition, creati per dare l'addio alla hypercar in attesa del debutto di un'erede al prossimo Salone di Ginevra. Le due auto, commissionate da due collezionisti, sono state battezzate Thor e Väder, in onore della divinità scandinava del tuono e del cattivo di Guerre Stellari.

Debutto a Goodwood. Entrambe le vetture sono basate sulla versione RS della Agera e dispongono dell'aggiornamento che porta il motore V8 biturbo da 5.0 litri alla potenza di un MW, ovvero 1.360 CV, sufficienti per permettere alle sportive di raggiungere una velocità superiore ai 450 km/h. I due esemplari si contraddistinguono per diverse finiture della carrozzeria: la Thor propone carbonio a vista con finitura diamantata e dispone di una pinna centrale, mentre la Väder ha un alettone posteriore più grande e un kit aerodinamico con dettagli color oro. Le due Final Edition saranno guidate per la prima volta dai rispettivi proprietari sulla salita di Goodwood in occasione del Festival of Speed (12-15 luglio).

 

Categorie: 4 Ruote

F.1, GP di Gran Bretagna - Vettel davanti a Hamilton nelle libere 2

4 Ruote - Lug 06,2018

Sebastian Vettel ha registrato il giro più veloce della seconda sessione di prove libere del GP di Gran Bretagna. Il tedesco della Ferrari è riuscito a registrare un crono di 1:27.552, precedendo di quasi due decimi la Mercedes del rivale per il titolo, Lewis Hamilton. Terzo tempo per l'altra W09 di Bottas, che è a quasi quattro decimi dal battistrada.

Un buon venerdì per la Ferrari. Con delle temperature decisamente anomale per Silverstone dove lasfalto ha superato i 50 gradi - le due vetture del Cavallino Rampante hanno mostrato un buon ritmo sia sul ritmo di qualifica che sulla simulazione gara. Pur non migliorando il tempo segnato di Hamilton al mattino, complice la pista molto più lenta per via del caldo, Sebastian Vettel è apparso sorridente e ha lodato il bilanciamento della sua SF71H. Anche Raikkonen è rimasto soddisfatto di quanto fatto oggi, anche se ha chiuso con il quarto tempo assoluto. Il pacchetto di aggiornamenti portato a Silverstone sembra funzionare e fa sperare di poter vedere un fine settimana combattuto, in quello che da cinque anni a questa parte è stato territorio di conquista della Mercedes.

Mercedes corre ai ripari. Dopo aver sostituito il motore sulla vettura di Bottas e provveduto a sostituire anche la pompa della benzina su tutte le monoposto motorizzate Mercedes, il marchio della Stella potrebbe perdere lo scettro di regina su questa pista. Non è certo un caso che Bottas è stato mandato in pista con le gomme Ice Blu - la più dura della gamma della Pirelli - che sarà usata solo su questa pista quest'anno. I segnali che il dominio sia solo un lontano ricordo cominciano a farsi sentire, anche se questo non vuol dire che per la Ferrari sarà una gara facile.

Giornata nera per la Red Bull. In mattinata, un problema al cambio aveva fatto perdere a Verstappen gli ultimi venti minuti della sessione. Nella sessione pomeridiana, è stato l'olandese a complicarsi la vita, andando a sbattere all'uscita di curva 7. Non è andata meglio a Ricciardo, autore di una simulazione gara con tempi molto alti.

La top ten. Fernando Alonso non sembra perdere la sua voglia di dimostrare di essere il migliore e ci ha regalato un duello con Leclerc, nonostante si corressero solamente delle prove libere, senza nulla in palio. Lo spagnolo della McLaren ha ottenuto il sesto tempo, precedendo la Renault di Hulkenberg, le due Force India di Ocon e Perez e la Sauber di Leclerc, che ormai non fa notizia per la sua costanza di rendimento.

GP di Gran Bretagna - risultati prove libere 2 (primi dieci)

1. Vettel - Ferrari | 1:27.552
2. Hamilton - Mercedes | 1:27.739
3. Bottas - Mercedes | 1:27.909
4. Raikkonen - Ferrari | 1:28.045
5. Ricciardo - Red Bull | 1:28.408
6. Alonso - McLaren | 1:29.306
7. Hulkenberg - Renault | 1:29.354
8. Ocon - Force India | 1:29.467
9. Perez - Force India | 1:29.522
10. Leclerc - Sauber | 1:29.557

Categorie: 4 Ruote

Nuova Suzuki Jimny - In Giappone con i benzina 0.66 turbo e 1.5 aspirato

4 Ruote - Lug 06,2018

La Suzuki ha svelato ulteriori informazioni sulla nuova generazione del fuoristrada Jimny. Dopo aver diffuso le prime immagini ufficiali, è stata confermata la disponibilità di due nuovi propulsori a benzina e di due diversi allestimenti dedicati al mercato giapponese.

 

Il piccolo turbo e l'aspirato. La Jimny giapponese sarà proposta nelle versioni minicar e compact car: la prima sarà in vendita esclusivamente sul mercato interno per motivi fiscali, la seconda sarà esportata all'estero. La minicar proporrà una versione specifica del tre cilindri 0,66 turbo R06A, mentre la compact car pensata anche per l'esportazione offrirà unicamente il quattro cilindri di 1.5 litri (K15B). Entrambe saranno disponibili con la trazione integrale 4WD con differenziale posteriore autobloccante e il cambio manuale con riduttore. Per il momento non ci sono conferme circa l'eventuale disponibilità del cambio automatico in opzione.

Presto le informazioni per l'Europa. La Suzuki non ha per il momento svelato dati tecnici e prestazionali, mentre i dati ufficiali per il mercato europeo e quello italiano saranno disponibili entro breve tempo. In base ai dati già noti sull'unità K15B, il quattro cilindri aspirato dovrebbe erogare circa 106 CV e 138 Nm di coppia, ma non è escluso che sia proposto in una versione specifica per la Jimny.

 

Categorie: 4 Ruote

Porsche - Nuovi investimenti a Lipsia

4 Ruote - Lug 06,2018

La Porsche stanzierà nuovi investimenti per la fabbrica di Lipsia, dopo aver confermato per questa sede la produzione della nuova generazione della Macan. Prosegue così il piano di espansione che, dal 2002 a oggi, ha comportato investimenti supperiori agli 1,3 miliardi di euro.

La Macan confermata a Lipsia. La prima serie della Macan fu assegnata a Lipsia e per questo nel 2011 furono operati diversi ampliamenti, mentre nel 2016 è stato compiuto un ulteriore passo avanti per accogliere l'intero ciclo produttivo della Panamera. I futuri stanziamenti permetteranno di costruire una nuova sezione dedicata alle carrozzerie, ma per il momento la Porsche non ha fornito ulteriori dettagli in merito. La Macan sarà oggetto di un restyling nei prossimi mesi, mentre non c'è ancora una data certa relativa al debutto della nuova generazione.

Categorie: 4 Ruote

F.1, GP di Gran Bretagna - Hamilton il più veloce nelle libere 1

4 Ruote - Lug 06,2018

Il 69 Gran Premio di Gran Bretagna è entrato nel vivo con la prima sessione di prove libere. Lewis Hamilton è stato il più veloce sul circuito di Silverstone, fermando il cronometro sull'1:27.487, precedendo di quattro decimi il compagno di squadra - Valtteri Bottas - e di mezzo secondo la Ferrari di Sebastian Vettel.

Bottas ha cambiato il motore. Dopo il problema tecnico avuto nel corso del GP d'Austria, la scorsa settimana, la vettura del finlandese avrebbe potuto presentare delle conseguenze e così la squadra ha deciso di montare la power unit numero 3 sulla vettura numero 77. Bottas non prenderà alcuna penalità qui a Silverstone, ma è molto probabile che dovrà farlo nel corso della stagione, perché è piuttosto difficile che possa finire la stagione con soli tre unità di potenza. I problemi di affidabilità, comunque, preoccupano tutti i motorizzati Mercedes: non a caso, sulle vetture ufficiali e quelle clienti è stata sostituita la pompa della benzina che aveva ceduto in Austria.

Novità aerodinamiche per la Ferrari. Dopo la trasferta austriaca, la Scuderia di Maranello ha conquistato la leadership in entrambe le classifiche del campionato. Ma non per questo gli uomini in rosso si adagiano sugli allori, anzi: a Silverstone è arrivato un nuovo pacchetto di aggiornamenti aerodinamici, tra cui un nuovo fondo dotato di alcuni soffiaggi particolari. L'obiettivo è migliorare l'efficienza e contrastare la Mercedes su questa pista, storicamente favorevole alle Frecce d'Argento. Lo stesso Raikkonen, a tal proposito, ha ammesso: "La Mercedes sembra la favorita, ma credo che sia difficile fare dei pronostici, perché non abbiamo mai avuto temperature così alte a Silverstone, quindi aspettiamo e vediamo cosa accadrà".

Red Bull, c'è ancora da lavorare. La vittoria in Austria ha di certo regalato dei bei momenti al team di Milton Keynes che, però, ha ancora molto lavoro da fare per dare filo da torcere agli avversari. Ricciardo oggi ha ottenuto il quarto tempo in classifica, ma non è riuscito a scendere sotto il muro dell'1:28. Non è andata meglio a Verstappen, costretto a parcheggiare a bordo pista la sua vettura per un problema al cambio, a circa venti minuti dalla fine delle prove.

Ancora un incidente per Grosjean. Il quarto posto in Austria lo ha in parte ripagato dei tanti incidenti di questa stagione, ma anche a Silverstone il pilota francese della Haas è finito a muro durante le prove libere. Grosjean ha provato ad affrontare la curva 1 con il DRS aperto, perdendo il controllo della vettura ad alta velocità, andando a finire contro le barriere. Un altro errore che pesa sia sul morale che sulle casse del team americano.

Categorie: 4 Ruote

Toyota Supra - La coupé sarà a Goodwood e correrà nella Nascar

4 Ruote - Lug 06,2018

Dopo averla vista in veste di concept e in varie foto spia, gli appassionati che parteciperanno al Goodwood Festival of Speed (12-15 luglio) potranno finalmente vedere dal vivo la versione di produzione della nuova Toyota Supra. La coupé giapponese sarà infatti esposta durante la kermesse del West Sussex ma, per il momento, non è chiaro se si mostretà con la sua carrozzeria definitiva oppure se sarà ricoperta da pellicole di camuffatura, come nella foto twittata dalla Toyota per annunciarne la presenza a Goodwood.

Meccanica condivisa. Come largamente anticipato, la nuova Supra condividerà la piattaforma costruttiva della Z4 di nuova generazione. La Toyota e la BMW hanno infatti collaborato per creare una nuova generazione di sportive con meccanica comune e carrozzerie diversificate. La sorella tedesca debutterà come roadster mentre la giapponese sarà proposta inizialmente solo come coupé: dentro al cofano di entrambe vi saranno dei sei cilindri in linea da 3.0 litri, sovralimentati, che potrebbero oltrepassare i 300 CV di potenza, ma non è da escludere che a listino possano essere presenti anche delle varianti meno performanti, probabilmente spinte da motori quattro cilindri turbobenzina.

Erede della Camry nella Nascar. Annunciando la presenza a Goodwood, la Toyota ha anche comunicato che la Supra correrà in Nascar a partire dal prossimo anno, andando a sostituire la Camry che lascerà la serie americana dopo 11 anni di onorata carriera. La versione da gara della Supra, tuttavia, non condividerà alcuna componente con il modello di serie: le auto della Nascar sono sviluppate su telai tubolari specifici e montano motori V8 aspirati che raggiungono potenze superiori agli 850 CV. A livello estetico la Supra della Nascar riprenderà alcuni dettagli della concept presentata allo scorso Salone di Ginevra.

Categorie: 4 Ruote

BMW Serie 8 Coupé - Al via a Dingolfing la produzione

4 Ruote - Lug 06,2018

La BMW ha avviato a Dingolfing la produzione della nuova Serie 8 Coupé. La fabbrica è stata aggiornata per accogliere la nuova vettura, introducendo anche nuovi processi automatizzati e procedure digitalizzate. Il nuovo modello affianca Serie 5 e le Serie 7 assemblate nel medesimo stabilimento.

Il tetto in CFRP è prodotto a Dingolfing. La vettura utilizza acciaio, alluminio, plastica e fibra di carbonio per ottimizzare peso ed efficienza e per la prima volta su un modello BMW di grande serie il tetto è disponibile anche nella variante in CFRP. Questo componente è prodotto con un'innovativa procedura di stampaggio all'interno dello stabilimento di Dingolfing.

La digitalizzazione della produzione. Tra le particolarità delle nuove procedure di produzione spiccano i carrelli a guida autonoma che trasportano le portiere già assemblate sulla linea, i robot che misurano gli allineamenti di sportelli e cofani, i guanti ProGlove con scanner integrate, gli smartwatch con allarmi specifici per individuare veicoli con ordini speciali e gli occhiali per la realtà virtuale utilizzati per la formazione degli operai specializzati e per le procedure di pre-produzione.

M850i e 840d per cominciare. La Serie 8 Coupé sarà disponibile sul mercato a partire da novembre nelle versioni M850i xDrive con motore V8 4.4 biturbo a benzina da 530 CV e 750 Nm e 840d xDrive con il sei cilindri 3.0 diesel da 320 CV e 680 Nm. Entrambe offriranno di serie il cambio automatico a otto marce.

Categorie: 4 Ruote

Epa - Si è dimesso Scott Pruitt

4 Ruote - Lug 06,2018

Scott Pruitt si è dimesso dal ruolo di direttore dell'EPA (Environmental Protection Agency). Fra i più stretti collaboratori di Trump, era da tempo al centro di numerose polemiche per i suoi contatti con i lobbisti, per le spese a carico dei contribuenti e per le posizioni estremiste sul tema dell'effetto serra. Pruitt aveva deciso di modificare in maniera drastica le politiche dell'Agenzia, tagliando fondi e puntando all'alleggerimento degli standard Cafe (Corporate Average Fuel Economy) 2022-2025, in pratica il consumo medio per marca delle auto vendute negli Stati Uniti.

Andrew Wheeler ad interim. Al posto di Pruitt è stato temporaneamente nominato il vice Andrew Wheeler, ma l'opinione pubblica ha da subito criticato la scelta: già in passato Wheeler aveva avuto legami con le lobby del carbone e nel governo Bush aveva lavorato per ribaltare la politica ambientale dell'epoca.

Categorie: 4 Ruote

Audi - Concluse le indagini sui V6 e V8 TDI

4 Ruote - Lug 06,2018

L'Audi ha annunciato di aver portato a termine le indagini interne volte a comprovare l'effettiva conformità dei motori TDI. I documenti raccolti sono stati consegnati alla Kba, l'autorità federale tedesca dei trasporti che fino a oggi ha ordinato al costruttore di effettuare 7 richiami su un totale di 240 mila esemplari, e saranno discussi durante le prossime settimane. Per il momento la Casa dei Quattro Anelli ha comunicato di non aver scoperto alcuna infrazione assicurando che tutti i motori a V alimentati a gasolio presi in analisi rispettano le imposizioni legislative in vigore.

700 vetture analizzate. Le indagini, che si protraevano ormai da due anni, hanno portato i tecnici della Casa tedesca ad analizzare circa 700 vetture. Dal 2016 a oggi sono state messe sotto esame tutte le varianti dei V6 e V8 TDI Euro 5 ed Euro 6 per assicurare la conformità di circa sei milioni di veicoli venduti in tutto il mondo, Stati Uniti e Canada esclusi, a partire dal 2008. Le ultime analisi hanno confermato la conformità della terza generazione di V6 3.0 TDI montati, tra le altre, anche sulle Audi A6, A7 e A8 di nuova generazione oltre che sulle Suv Q5, Q7 e sulla nuova Q8. "Le indagini sono state più complesse del previsto" ha dichiarato Bernd Martens, responsabile del reparto acquisti dell'Audi e capo della task force interna, "per ogni motore diesel abbiamo dovuto analizzare i codici del software al fine di esaminare anche aree periferiche del profilo di guida. Per condurre questa analisi in modo esaustivo, i nostri esperti hanno raccolto oltre 750.000 pagine di documentazione".

Categorie: 4 Ruote